Il rosolio è un liquore derivato dalla macerazione ed infusione alcolica di petali di rosa. Nato nei conventi del sud Italia, oggi è diffuso soprattutto in Piemonte, Campania e Sicilia, dove si produce sin dal 1500. La ricetta classica prevede l’utilizzo di alcol, zucchero e acqua in uguale proporzione, con l’aggiunta dell’essenza da cui il liquore prende il nome: la rosa. Utilizzando erbe aromatiche o frutta, è tuttavia possibile ottenere innumerevoli varianti, oggi molto apprezzate. Le più diffuse prevedono l’aggiunta di vaniglia o cannella, ma anche salvia, limone, alloro, basilico, menta, malva, finocchietto selvatico, gelso rosso, visciole e persino fichi d’India. Si ottiene così una bevanda alcolica gustosa e profumata, generalmente gradita anche da chi non ama liquori dal gusto troppo marcato.

Perfetto da offrire come digestivo, il rosolio è da sempre legato ai momenti di convivialità, quando la famiglia si riunisce al completo, e veniva originariamente offerto come bevanda benaugurale. Scopriamo dunque la ricetta per preparare in casa il rosolio:

INGREDIENTI

  • 125 gr di petali di rosa
  • 250 ml di alcool a 90°
  • 250 ml di acqua
  • 250 gr di zucchero

PREPARAZIONE

Il momento migliore per raccogliere i petali di rosa va dalla fine di maggio a metà giugno, così che i fiori siano nel pieno della maturazione, ma non ancora bruciati dal sole estivo. E’ inoltre indispensabile reperire rose fresche e non trattate con pesticidi, provenienti da piante possibilmente nutrite con concimi ecologici. Una volta procurati i petali, lavateli accuratamente e asciugateli con delicatezza, aiutandovi con qualche strappo di carta da cucina. Trasferite quindi i petali in un mortaio, unite due cucchiai di zucchero e pestate il tutto fino ad ottenere una profumatissima purea. Trasferite ora il composto in un vaso di vetro precedentemente sterilizzato, coprite con alcool e chiudete ermeticamente. Lasciate macerare i petali per una decina di giorni, avendo cura di sistemare il contenitore in un luogo fresco e buio. Trascorso il tempo necessario, unite al composto lo sciroppo ottenuto lasciando sobbollire a fuoco basso acqua e zucchero. Per ottenere un liquore limpido, ricordate che è importante lasciar raffreddare lo sciroppo prima di unirlo al composto di alcol e rose. Richiudete quindi il vaso e lasciate riposare il tutto un’altra settimana. Infine filtrare il rosolio aiutandovi con un colino foderato con un panno pulito. Imbottigliatelo e lasciatelo riposare ancora una quindicina di giorni prima di utilizzarlo.