Il nostranissimo Roberto Martin, chef personale di Ellen DeGeneres e Portia de Rossi, è diventato una star per gli americani: con un’idea semplice ma geniale, lo chef italiano è riuscito a rendere lo stile d’alimentazione vegano qualcosa da imitare e da ammirare in uno dei Paesi più carnivori del mondo. E così, piatti come il Southern fried chicken e la shepherd’s pie, gli hamburger e i roll, si sono trasformati in piatti vegani che tolgono i grassi della carne e dei latticini, ma non perdono il gusto.

Come ha fatto a diventare un fenomeno a larga diffusione? Semplice, con un libro. Che si intitola “Vegan Cooking for Carnivores (Grand Central)”, ovvero, letteralmente, Cucina vegana per Carnivori.

E dire che Martin non era mai stato un vegano convinto: quando all’inizio venne assunto come cuoco personale di Ellen e di Portia, non era per niente attratto dall’idea di cucinare solo piatti vegani. Ma poi qualcosa è cambiato, e precisamente il fatto che Martin ha realizzato che sebbene alcuni sapori della cucina tradizionale sono assolutamente fantastici, sono superflui.

E così, piatto dopo piatto, inventando, variando e spaziando verso l’uso di nuovi ingredienti, anche il grande chef è stato conquistato dalla cucina vegana. Ed è anche nato il suo libro… a prova di scettici!