Con l’avvicinarsi della stagione invernale iniziano ad affiorare anche i primi malori: raffreddore, febbre, mal di gola e tosse. Uno dei rimedi migliori per affrontare questi malanni è preso da una pianta arbustiva molto antica tipica della macchia mediterranea, soprattutto della Sardegna e appartenente alla famiglia delle Myrtaceae, dalla quale deriva il nome della pianta stessa: il mirto.

Questa pianta è conosciuta maggiormente per la produzione del liquore di mirto, ma molti non sanno che, sin dagli antichi romani, l’olio essenziale di mirto viene usato per curare malesseri di vario genere grazie alle sue azioni balsamiche, mucolitiche, oltre che antivirali ed antibiotiche.

Questo olio essenziale può essere usato sia in forma preventiva che curativa di raffreddori, bronchite e, appunto, tosse, anche quella più recidiva come quella dei fumatori.
Nel primo caso basta mettere in un vaporizzatore circa 10-15 gocce dell’olio e mantenerlo in funzione anche di notte, nella propria camera da letto, per riuscire a trarne i benefici anche durante il riposo. È particolarmente indicato usare questo sistema con anziani e bambini.
Nel caso di raffreddori, tosse e malanni generali, può essere usato in vari modi:

  • tramite dei fumenti in cui far sciogliere 5-7 gocce in acqua calda, coprendosi il capo e respirare per almeno 5 minuti, ripetendo l’operazione per due volte al giorno;
  • tramite massaggio aromaterapico sul torace utilizzando da 2 a 4 gocce aggiunte ad una crema neutra oppure diluite in un cucchiaio di olio di mandorle;
  • attraverso l’assunzione orale, in cui sarebbe bene assumere 3 gocce accompagnate da un cucchiaino di miele per due o tre volte al giorno.

Ovviamente le dosi sono indicative e possono variare a seconda della persona, non sono in ogni caso da prendere alla lettera. È sempre bene iniziare con dosi minime per vedere che reazione potrebbe avere il nostro organismo a contatto questo prodotto. L’unica avvertenza è quella di non utilizzare l’olio essenziale puro senza essere diluito in qualche altro prodotto, come visto con acqua calda per i fumenti e crema neutra per il massaggio aromaterapico, poiché potrebbe irritare le nostre mucose.

photo credit: it1315922 via photopin cc

A cura di Jessica Rivadossi