Quando si pensa di avere un’allergia, è fondamentale capire quale potrebbe essere la causa, ma vanno evitate diagnosi senza il consulto di un medico: a volte a sintomi uguali corrispondono cause diverse. Se si starnutisce mentre si fanno le pulizie, potrebbe trattarsi di un’allergia alla polvere, mentre se si ha rossore sul collo o sui polsi può trattarsi di una reazione a composti chimici contenuti nel profumo.

Per prevenire le allergie, se possibile, è preferibile che i neonati vengano allattati al seno dal primo giorno di vita almeno fino al 6º mese perché il latte materno è in grado di rafforzare il sistema immunitario.

CURARE LE ALLERGIE CON LE ERBE

La fitoterapia offre due gemmoderivati molto efficaci: Ribes nigrum, macerato glicerico con effetto simile al cortisone, 40-50 gocce in poca acqua 2 volte al giorno, e Rosa canina, 40-50 gocce in poca acqua alla sera. È utile anche l’olio di Ribes nero in capsule (2 al giorno, a cominciare da una decina di giorni prima dell’inizio della stagione dei pollini).

INTEGRATORI UTILI

  • Calcio (forma chelata) con magnesio, 1000 mg al giorno. Aiuta a ridurre lo stress.
  • Polline d’api, 2 cucchiaini al giorno, cominciando con pochi granuli alla volta; oppure in capsule. Stimola la funzione immunitaria.
  • Complesso vitaminico B, acido pantotenico (B5) e vitamina B 12, 100 mg 3 volte al giorno. E’ efficace in breve tempo.
  • Vitamina C con bioflavonoidi, 1000 mg, da assumere 3 volte al giorno. Stimolano la funzione immunitaria.
  • Scidophilus (senza latte), 2-4 compresse al giorno. Stimola la funzione immunitaria.
  • Uovo di quaglia, 1-3 compresse al giorno. Utile nel trattamento di asma, rinite, eczema allergici.
  • Manganese-cobalto, 1 fiala la mattina a digiuno per almeno 1 mese.

RIMEDI OMEOPATICI

  • Apis, Urtica e Graphites per le allergie cutanee.
  • Allium cepa, Sambucus e Euphrasia per le allergie respiratorie. L’assunzione di questi rimedi, alla diluizione 7CH, avviene sciogliendo 4 o 5 granuli di ogni rimedio sotto la lingua, eventualmente anche in associazione, più volte al giorno.
  • In caso di rinite con starnuti ripetuti, scolo acquoso eccetera: R 97 Histaminum compositum spray nasale oppure Euphorbium compositum spray nasale. Il dosaggio è di 2 spruzzi per narice fino a 6 volte al giorno.
  • Nel trattamento delle reazioni allergiche acute con particolare azione a livello delle vie respiratorie (asma e rinite allergica), ma anche per le allergie cutanee: Poumon histamine, 2-3 granuli alla 9CH, 3-6 volte al giorno nel corso della fase acuta, oppure una volta al giorno in terapie di più lunga durata.
  • Galphimia glauca è indicata soprattutto per le mucose del naso, delle cavità paranasali e della faringe: regola la secrezione e attenua il prurito, il bruciore e la secchezza nasale, riducendo la frequenza degli starnuti.
  • Analogamente agisce Luffa opercolata. Associate Casidospermum halicacabum, specifico per gli stati allergici e infiammatori accompagnati da prurito. Nei disturbi acuti si assumono i rimedi alla 5CH, da 3 a 4 granuli ogni 2 ore, fino a miglioramento dei sintomi.

FIORI DI BACH

  • Clematis è indicato per l’ipersensibilità in generale.
  • Mimolus contro il timore della manifestazione di reazioni allergiche.
  • Impatiens quando si verificano irritazioni della pelle e delle mucose.
  • La crema di Rescue Remedy per applicazioni locali.

Dosi in ogni caso: 4 gocce del rimedio prescelto 4 volte al giorno.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]