Altri rimedi naturali per la cistite usando l’omeopatia e l’aromaterapia.

RIMEDI OMEOPATICI PER LA CISTITE

Al primo insorgere dei sintomi, Cantharis 30CH, 3 granuli ogni 30 minuti fino a un massimo di 10 dosi.

Con dolori brucianti che si presentano soprattutto nell’intervallo tra una minzione e l’altra, e che migliorano nettamente, o addirittura cessano, mentre si orina: Staphysagia 7CH, 3 granuli anche ogni 10 minuti, fino a riduzione o cessazione dei dolori.

Se il dolore è violento si accentua subito prima, durante e subito dopo la minzione, con urina solitamente scarsa, è possibile che sia presente sangue, anche in quantità abbondante: Mercurius corrosivus 7CH, 3 granuli fino a miglioramento dei sintomi.

AROMATERAPIA PER LA CISTITE

Assumere olio di ginepro e di eucalipto (2 gocce di uno o più rimedi su una zolletta di zucchero 3 volte al giorno). È utile anche versare 8 gocce di questi oli essenziali in 1 bagno caldo, che deve durare almeno 10 minuti, 1 o 2 volte al giorno.

Altri oli essenziali che, grazie alle loro proprietà benefiche, possono dare giovamento al soggetto che soffre di cistite, se utilizzati diluiti nell’acqua della vasca da bagno, sono: bergamotto,  pepe nero, cajeput, finocchio, incenso, lavanda, pino e sandalo.

CONSIGLI GENERALI PER LA CISTITE

  1. Curare l’igiene personale e bere molta acqua durante l’arco di tutta la giornata. Andare al bagno tutte le volte che se ne sente il bisogno. I batteri trattenuti possono riprodursi.
  2. Fare un test per le intolleranze o le allergie alimentari ed evitare i cibi che risultano positivi.
  3. Indossare indumenti comodi e di puro cotone, calze invece di collant, per permettere all’aria di circolare liberamente.
  4. Lavare gli indumenti intimi con sapone da bucato o scaglie di sapone, poiché alcuni detersivi in polvere possono causare irritazione. Sciacquare molto bene.
  5. Non esporre la vescica caldo e freddo: non sedersi sul terreno ghiacciato vicino a sorgenti di calore e non tenere addosso indumenti umidi.
  6. Non usare saponette profumate, polveri o altri prodotti da toeletta sulla pelle nell’acqua del bagno; invitare i deodoranti vaginali.
  7. Trovare metodi anticoncezionali alternativi e profilattico il diaframma scatenano gli attacchi.
  8. Usare assorbenti igienici invece dei tamponi interni.
  9. Usare una crema lubrificante alle posizioni alternative per l’insorge dopo un rapporto sessuale. La minzione dopo i rapporti aiuta a espellere i germi.
  10. Può giovare una dieta a base di cibi non irritanti; durante la crisi, eliminare i piatti speziati e piccanti. Si raccomanda di bere succo di mele e carote.

//