La cistite è un processo infiammatorio di natura acuta o cronica della vescica urinaria. La causa del disturbo risiede principalmente nella presenza di agenti patogeni che giungono alla vescica per via ascendente attraverso l’uretra, mentre il 90% dei casi di cistite recidivante è imputabile al batterio Escherichia Coli, presente nella flora intestinale. L’utilizzo di saponi troppo aggressivi, l’uso di pantaloni o biancheria intima troppo aderente, ma anche debilitazione del sistema immunitario in seguito a terapia antibiotica, alimentazione irregolare, stress eccessivo e condizioni di affaticamento fisico o mentale sono condizioni che favoriscono la comparsa dei dolorosi sintomi. Le prime avvisaglie arrivano con bruciori e dolori al bassoventre, sopraggiunge quindi il frequente bisogno di urinare, che si legherà ad un sempre maggior bruciore durante la minzione, fino che nelle urine sarà ben possibile notare la presenza di sangue.

Il disturbo è così diffuso che circa il 20% delle donne vi incorre almeno una volta l’anno e per molte, ahimè, quello con la cistite rappresenta un appuntamento ricorrente. Fortunatamente, o forse proprio a causa della sua diffusione, la lista di rimedi naturali contro la cistite è veramente lunga. La prima scelta terapeutica è un antibiotico, ma se i sintomi recidivano o persistono è possibile affidarsi a una cura più lunga e preventiva, del tutto naturale. Ecco alcuni rimedi naturali per la cistite.

Alimentazione in caso di cistite

La principale indicazione nutrizionale in caso di cistite è quella di evitare gli zuccheri raffinati: quando la cistite è di natura batterica, la proliferazione di questi è infatti  favorita dallo zucchero. E’ consigliabile inoltre ridurre gli alimenti industrializzati come bevande zuccherate e succhi di frutta confezionati, alcool, caffè, formaggi e insaccati. Completamente banditi sono invece: peperoncino, pepe e alimenti piccanti.

Consigliabile è piuttosto un’alimentazione ricca di fibre e cereali integrali, frutta e verdura fresca di stagione, come finocchi, verdure a foglia verde, cetrioli, indivia belga, ananas, mandarini, fragole, melone e anguria. Un alimento particolarmente utile in questo caso è poi il mirtillo, il cui succo mostra attività diuretiche, un’azione depurative sulle vie urinarie e impedisce l’adesione dei batteri alle pareti della vescica.

Tisana alla malva

La tisana alla malva è uno dei rimedi naturali più comunemente menzionati in caso di cistite: con foglie e fiori è possibile create un decotto (15 grammi ogni 500 millilitri d’acqua), mentre con la malva essiccata si può preparare una tisana sotto forma di infuso, lasciando riposare in acqua bollente per 10 minuti due cucchiaini di estratto e filtrando in seguito il liquido. Si consiglia il consumo di due tazze di infuso di malva al giorno: in caso di cistite lieve, grazie alle proprietà calmanti e disinfiammanti della malva, il sollievo risulterà immediato.

Succo di mirtilli

Il succo di mirtilli rossi, dalle proprietà antinfiammatorie, è utile sia per prevenire cistiti ricorrenti, sia per contrastare i primi sintomi. La dose consigliata in questo caso è di due bicchieri al giorno. Per cistiti acute è invece possibile reperire in erboristeria prodotti fitoterapici a base di estratti di mirtillo rosso.

Uva ursina

L’uva ursina può essere utilizzata per la preparazione di tisane ed è particolarmente consigliata in associazione all’estratto di mirtillo rosso. Questa pianta officinale viene infatti considerata un potente un antisettico, da utilizzare ogni qualvolta vi sia un’infiammazione o infezione a livello delle vie urinarie. Oltre ad un’azione antibatterica e antinfiammatoria garantisce un effetto calmante sul continuo stimolo alla minzione.

Calendula

Grazie alle sue proprietà antimicrobiche, la calendula è particolarmente indicata in caso di cistite. Viene spesso abbinata alla malva nelle preparazioni erboristiche, così che i suoi effetti benefici siano esaltati dalle proprietà lenitive e disinfiammanti di questa pianta. La calendula può inoltre essere abbinata all’erica nella preparazione di tisane curative.

Omeopatia

Anche l’omeopatia offre numerose soluzioni, sia in caso di cistite acuta che cronica. Come terapia di base è utile assumere giornalmente Berberis 5 CH, che grazie all’azione drenante si rivela utile in tutti i disturbi dell’apparato urinario. Arsenicum album si utilizza quando il sintomo principale con cui si manifesta la cistite è il bruciore, mentre Mercurius corrosivus è il rimedio più indicato nei casi di cistite caratterizzata da forte desiderio di urinare che non si placa svuotando la vescica.

Aromaterapia

Nel trattamento delle infezioni delle vie urinarie l’aromaterapia utilizza oli essenziali ad azione antibatterica e batteriostatica. Le essenze si possono assumere per bocca (2 gocce in un cucchiaino di miele) da una a tre volte al giorno.

Olio essenziale di ginepro: antisettico delle vie urinarie, il ginepro è specifico per l’apparato genito-urinario. É indicato per stimolare la diuresi e in caso di cistite, edemi, stasi linfatica, ritenzione idrica, cellulite.

Olio essenziale di eucalipto: grazie all’efficace azione antibatterica, l’eucalipto è indicato per le affezioni delle vie urogenitali in caso di cistite, leucorrea e candidosi.

Olio essenziale di timo: uno dei più potenti rimedi contro le infezioni batteriche che colpiscono le vie urinarie, il sistema respiratorio e l’intestino.

Photo Credits: Pixabay