I capelli grassi sono un disturbo molto diffuso causato da una eccessiva produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, così che i capelli appaiano, anche dopo il lavaggio, spenti, unti e spesso maleodoranti. L’eccessiva produzione di sebo forma infatti nei capelli una patina appiccicosa e lucida, che fa sembrare la testa sempre poco pulita. Le ghiandole sebacee, in condizioni normali, producono la giusta quantità di sebo, che serve a nutrire e a proteggere il capello, in condizioni particolari però, come periodi di stress, alimentazione scorretta e lavaggi troppo frequenti, queste ghiandole rispondono con un’iperproduzione sebacea. Anche problemi legati all’apparato digerente, scompensi ormonali, mal funzionamento del fegato e ciclo mestruale influiscono sulla loro attività.

Per la cura dei capelli grassi è importante innanzitutto sapere cosa fare e cosa non fare, cosa mangiare e quali rimedi e trattamenti, anche naturali, mettere in campo per combattere questo imbarazzante disturbo.

Consigli pratici in caso di capelli grassi

La cura dei capelli grassi richiede una serie di semplici accorgimenti che vanno dallo scelta dello shampoo giusto alle buone abitudini a tavola. Innanzitutto però occorre mettersi in testa che, nonostante si abbia la tentazione di lavare in continuazione un capello che appare sempre sporco e unto, la cosa peggiore che si possa fare è proprio continuare a sottoporre la chioma a lavaggi frequenti e aggressivi, che non farebbero altro che sollecitare le ghiandole sebacee a lavorare ancora di più.

Per combattere i capelli grassi è importante ricordarsi di: non strofinare con troppo vigore la testa durante il lavaggio; non usare shampoo aggressivi e non specificatamente pensati  per il nostro problema; evitare di lavare i capelli con acqua bollente;  non procedere mai con due lavaggi successivi, anche se sembra che i capelli siano ancora sporchi; non usare il phon caldo a distanza ravvicinata; non usare pettini di metallo o pettini e spazzole a denti sottili e stretti; non utilizzare gel o oli.

Buone abitudini cono invece quelle di effettuare un piccolo massaggio sul cuoio capelluto prima dello shampoo, per attivare la microcircolazione; risciacquare la testa con acqua fredda; strofinare leggermente i capelli con un asciugamano prima di utilizzare il phon; pettinare delicatamente le chioma.

Alimentazione in caso di capelli grassi

Per contrastare i capelli grassi si dovrebbero consumare pesci grassi e noci, ricca fonte di omega 3 e omega 6; frutta e verdura ricca di vitamine C ed E, potenti antiossidanti; carni rosse , uova e pesce, ricchi di cistina e lisina, fondamentali per la sintetizzazione della cheratina, la proteina che costituisce e rinforza i capelli, ma anche fonti di  Taurina e arginina, amminoacidi che contribuiscono al nutrimento e al rafforzamento della struttura del capello. Importanti sono anche la vitamina A, contenuta nei vegetali a foglia verde; la vitamina B2, di cui cono ricchi broccoli e fagiolini; la vitamina B4 e B5, contenute in cereali, patate, pomodori, broccoli e funghi.  Importante, inoltre, è garantire il giusto apporto di sali minerali, come rame, magnesio, zinco e zolfo, che nutrono il cuoio capelluto, contribuiscono a mantenere invariata la produzione dei pigmenti di colore del capello e favoriscono la produzione di melanina, che stimola la crescita.

Sconsigliato invece il consumo di insaccati, latticini e derivati del latte, alimenti troppo grassi e fritti.

Rimedi naturali in caso di capelli grassi

Per chi non ama acquistare shampoo e lozioni in farmacia, esistono diversi prodotti erboristici (come estratti di edera, ginepro, tè, betulla, menta, limone o ortica) con i quali è possibile realizzare maschere fai da te utilissime nel normalizzare la produzione eccessiva di sebo e rinforzare i capelli.

Maschera a base di yogurt: in una ciotola mescolare 1 vasetto di yogurt  (proprietà nutritive) con 2 cucchiai di miele (dalle proprietà lenitive e ammorbidenti) e 5 o 6 gocce di essenza naturale di salvia, edera o timo, particolarmente adatte per il trattamento dei capelli grassi per le loro proprietà astringenti e vasocostrittrici. Applicare quindi il composto sui capelli umidi, lasciare agire 10-15 minuti e procedere con il normale lavaggio.

Maschera di farina o amido di mais: versare un cucchiaio di farina di mais o amido di mais in un recipiente, aggiungere un pizzico di sale e pepe e applicare il composto sui capelli asciutti. Lasciare in posa 15 minuti, quindi rimuovere la maschera con una spazzola. Il trattamento può essere applicato a giorni alterni.

Maschera all’argilla: versare in una ciotola una manciata d’argilla verde in polvere, aggiungere aceto diluito in acqua al 50% e applicare la maschera sui capelli. Lasciare agire per 10 minuti, quindi risciacquare con acqua tiepida.

Se si ha poco tempo, un must per chi soffre di capelli grassi è poi il limone: applicare sui capelli bagnati il succo di due limoni spremuti, massaggiare e risciacquare. Allo stesso modo si può procedere con l’aceto di mele, le cui proprietà detergenti e sgrassanti ridonano luminosità e vigore ai capelli, rendendoli lucenti e puliti.

Impacco di menta: pestare una manciata di foglioline e metterle a bollire in un pentolino d’acqua. Ottenuta una poltiglia profumata, vi si può aggiungere due cucchiai di aceto di mele, applicare quindi sulla testa pulita e risciacquare.

Infuso di rucola: un buon shampoo sgrassante si ottiene unendo alla rucola, le cui foglie sono ricche di vitamina C, un cucchiaio di bicarbonato e mezzo cucchiaino di zolfo.

Oli essenziali: allo shampoo si può anche aggiungere 3 o 4 gocce di olio essenziale d’arancia, di lavanda oppure di salvia, dalle proprietà toniche e antisettiche, ottime per i capelli grassi.

In sostanza, combinati in vario modo, gli ingredienti base per i migliori rimedi naturali contro i capelli grassi sono:

  • limone: ottimo per rimuovere l’unto in eccesso
  • aceto: sgrassa, illumina e toglie gli odori
  • menta: rinfresca, equilibra e pulisce
  • ortica: pulisce, sgrassa e nutre
  • rucola: contiene agenti sgrassanti
  • bicarbonato: pulisce, lenisce e ripristina l’equilibrio seborroico
  • argilla verde: pulisce e purifica
  • aloe vera: equilibra, idrata, rinfresca ed è emolliente
  • miele: sgrassa, equilibra, idrata ed agisce come antibatterico
  • yogurt: idrata