La diarrea è un disturbo non solo fastidioso, ma anche imbarazzante.

La diarrea è il sintomo di infezione intestinale, ma svariate possono essere le sue cause: dall’intolleranza al glutine o lattosio fino al colpo d’aria o all’assunzione di cibi freddi o che in qualche modo irritano l’apparato digestivo. Altre invece non sono neppure di natura organica.

I sintomi li conosciamo tutti: continue scariche di feci liquide accompagnate da crampi addominali e, talvolta, nausea e vomito se all’origine  c’è un’influenza intestinale.

Tolti i farmaci, una soluzione naturale ed efficace può essere quella di seguire un regime alimentare leggero e possibilmente non condito (patate, le carote e il riso, pasta lessati e senza olio, quindi la carne e il pesce magri e le passate di verdura. Il latte è da escludere, ma è concesso il formaggio, soprattutto tipo grana).

È fondamentale per guarire idratarsi costantemente, bisogna cercare di bere continuamente, possibilmente solo ed esclusivamente l’acqua. La diarrea infatti è composta principalmente da liquidi, ed espellendone troppi si rischia di rimanere disidratati.

Oltre a questi due rimedi alimentari, per far fronte alla diarrea occorre rimanere al caldo e aiutarsi con delle bevande a base d’acqua che rilassino lo stomaco, come una buona camomilla oppure decotti a base di estratti di borsa del pastore o di mirtillo e mora. Per ripristinare la flora batterica intestinale sono ottimi i probiotici.

Se il disturbo persiste di giorno in giorno è necessario far affidamento al proprio medico evitando di fare una cura fai da te a base di farmaci, rischiando quindi di peggiorare la situazione.

photo credit: lowfill via photopin cc