La ricotta è un latticino che si ottiene riscaldando il siero che residua dalla lavorazione del formaggio, permettendo così alle proteine del latte di coagulare. È proprio attraverso questo procedimento che la ricotta acquisisce poi il suo classico aspetto esteriore (i fiocchi bianchi). Si tratta inoltre di un latticino che può essere realizzato impiegando diversi tipi di latte (di bufala, di pecora oppure di vacca) ma anche diversi tipi di lavorazioni, in modo da poter trovare numerose varietà in commercio.

Ricotta: caratteristiche nutrizionali

La ricotta è considerato uno dei latticini più nobili perché contiene un livello quantitativo di proteine di molto superiore rispetto a quello dei formaggi. A dispetto di questi però, alcune varietà contengono anche un basso quantitativo di lipidi, il che le rende piuttosto leggere e consigliate per regimi dietetici ipocalorici. La ricotta prodotta con latte di vacca, in particolare, può essere considerata piuttosto povera di calorie. Lo stesso discorso non può invece applicarsi alla ricotta di bufala e spesso anche a quella prodotta con latte di pecora.

Oltre ad essere ricca di proteine e povera di grassi, la ricotta è un alimento altamente digeribile, che può contare anche su un alto livello quantitativo di calcio e sali minerali come sodio, fosforo, potassio e magnesio.

Ricotta: le calorie di ogni varietà

In base a quanto già anticipato, risulta ovvio che la quantità di calorie presenti all’interno di una porzione di ricotta possa variare in base al tipo di latte, di ingredienti e di lavorazione attraverso cui essa è stata ottenuta. In linea generale si può però affermare che in cento grammi di prodotto si possono trovare, indicativamente:

  • 146 calorie se la ricotta è stata prodotta con latte di mucca
  • 210 calorie se la ricotta è stata prodotta con latte di bufala
  • 180 calorie se la ricotta è stata prodotta con latte di capra
  • 157 calorie se la ricotta è stata prodotta con latte di pecora
  • 280 calorie se si tratta di ricotta salata