Quest’anno ho passato una splendida Pasquetta ai piedi dei colli emiliani, a casa di amici vegani. Visto che non ci si presenta mai a mani vuote, ho deciso di portare un secondo vegano molto semplice da preparare, a base di verdure, leggero ma molto saporito: patate ripiene al forno vegane, con un ripieno di tofu, pomodorini secchi ed erbe, ed un simpatico cappellino di peperoni. La ricetta è davvero molto saporita, e se usate un mixer per tritare gli ingredienti del ripieno, qualsiasi non vegano sarà tratto in inganno da sapore e consistenza, che parranno quelli di una crema tonnata.

Patate ripiene al forno vegan

Ingredienti:

  • 6 patate di media grandezza (più sono grandi e più facile sarà scavarle)
  • due panetti di di tofu al naturale
  • 50 g di pomodorini secchi
  • una manciata di timo
  • una manciata di maggiorana
  • olio di sesamo o di oliva
  • latte di soia (per ammorbidire)
  • 1 peperone (del colore che preferite)

Preparazione:
Sbucciate le patate e tagliatele a metà per il verso lungo. Con l’aiuto di uno scavino per verdure o di un cavatorsolo per le mele (il secondo è molto più efficace e pratico), scavate le patate in modo da ottenerne delle “barchette”. Tenete da parte il ripieno che scaverete, anche se è irregolare: potrete farne una simpatica ratatouille per decorare il vassoio di portatadelle vostre patate ripiene.
Una volta che le patate saranno scavate, oliatele leggermente e salatele un poco, poi mettetele in una teglia oleata o su un piatto con carta da forno e mettetele a cuocere per 40 minuti a 200°C (regolatevi in base alla grandezza delle patate).
Mentre le patate sono in forno, preparate il ripieno. Tagliate il tofu a cubetti direttamente dentro il mixer, tagliate i pomodorini secchi a pezzettoni e aggiungeteli, e, prima di cominciare a tritare, aggiungete un filo d’olio. Tritate gli ingredienti e, se vedete che la consistenza è troppo asciutta o grumosa, aggiungete latte di soia. Quando la consistenza sarà quella di una crema abbastanza densa, aggiungetevi anche una manciata di timo e una manciata di maggiorana. Mischiate per amalgamare e il vostro ripieno sarà pronto.
Quando le patate saranno cotte, toglietele dal forno e riempite con un cucchiaio le vostre barchette di patate. Tagliate il peperone (già lavato e pulito dei semi) a listarelle sottili e mettetele sopra al ripieno delle patate (se volete potete creare dei disegni fantasiosi, come gambi di fiori o farfalle).
Infornate di nuovo per 20 minuti a 120°C. In un vassoietto a parte, infornate anche gli avanzi, oliati e salati (potete aggiungere spezie a vostro piacere, oppure un trito di olive e origano per condirle).
A cottura ultimata, spostate le vostre patate ripiene su un piatto da portata e unitevi a contorno la ratatouille. Il successo è assicurato!