Dentro ai samosa c’è tutto il sapore dell’India… Antipasto vegetariano per eccellenza, lo si trova in tutti i ristoranti indiani del mondo, anche se viene cucinato con varianti diverse a seconda della provenienza geografica di chi li cucina. Qualche settimana fa, in Irlanda, ho pranzato in un ristorantino indiano di Cork, gestito da un giovane Sikh del Punjabi (si riconoscono facilmente dal tipo di turbante che portano avvolto attorno alla testa). Le sue samosa alle verdure erano grandi e con la pasta spessa, molto speziate e con un mix di sapori deliziosi che si scioglievano in bocca. Di solito, però, i samosa hanno una pasta più sottile, tanto che se volete prepararli a casa, è utile comprare la pasta sottilissima che si usa per gli involtini primavera.

E allora vediamo come portare un po’ di India in casa vostra…

SAMOSA ALLE VERDURE

Ingredienti per 4-6 persone:

  • sale
  • succo di 1 limone
  • 1 confezione di sfoglia per fare involtini primavera (cercate in un negozio di cibi orientali)
  • olio per friggere

Per il ripieno:

  • 3 patate bollite e schiacciate
  • 75 g di piselli cotti
  • 50 g di mais in scatola, scolato
  • 1 cucchiaino di coriandolo tritato
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 scalogno tritato
  • 2 peperoncini verdi piccanti tritati
  • 2 cucchiai di menta tritata

Mettete tutti gli ingredienti per il ripieno in una grande terrina e mescolate bene. Condite con sale a piacere e aggiungete il succo di limone. Mettete il cucchiaio di ripieno alla fine di ogni striscia  di pasta, quindi richiudetela a forma di triangolo. Versate l’olio in una larga padella  dal fondo spesso. Scaldate l’olio e friggete la samosa fino a farle diventare dorati su tutti i lati. Fatele asciugare su un foglio di carta assorbente.

Servitele ben calde.