Avete presente quello spot famosissimo che tormenta gli schermi televisivi da maggio a settembre, in cui il gusto dei limoni di Sicilia e del caffé diventano il punto forte di un dolcetto industriale da refrigerare e servire a fine pasto a mo’ di sorbetto? Bene. Lo avete mai comprato? Perché tra quello che si vede e quello che si ha… ci passa in mezzo un tram.

Se volete qualcosa di meglio da offrire – per esempio ai vostri ospiti – alla fine di una cena estiva, sapore fresco e gusto leggero, ecco un dolce casalingo che si prepara veramente in fretta (serve solo un quarto d’ora per prepararlo, più due ore di frigorifero) e che sarà un successo assicurato. E’ il biancomangiare, un dolce al cucchiaio freddo a base di limone che non appesantisce come il gelato e che accontenta anche i vegani.

Piccola nota: se sostituite il succo di limone con polvere di cacao amaro, otterrete una crema al cioccolato squisita, per una variante più golosa.

BIANCOMANGIARE

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 125 g di zucchero semolato o a velo
  • 125 g di farina
  • la scorza grattuggiata di 2 limoni
  • 1 l di latte intero (o, per i vegani, di latte di soia)

In una casseruola capiente unite lo zucchero, la farina e la scorza di un limone. Incorporatevi gradualmente il latte facendo attenzione che non si formino grumi. Ponete su fuoco medio-basso e portate a ebollizione mescolando continuamente. Fate bollire per 1 minuto, poi togliete dal fuoco e versate in uno stampo; quando il composto si sarà raffreddato, trasferitelo nel frigorifero per almeno due ore. Servite il dolce freddo decorato con le scorze di limone rimaste.

Buon dessert a tutti!