La barbabietola è una verdura poco usata nella cucina italiana, eppure si tratta di un alimento benefico a 360°: ideale per gli sportivi perché fornisce energia e resistenza, e per le donne che hanno problemi di ritenzione idrica e di cellulite, la barbatietola è piena di elementi anti-age che aiutano a combattere i radicali liberi e aiutano la pelle a mantenersi giovane ed elastica. Certo, direte voi… e come la si cucina per darle un sapore accettabile?

A Londra, in alcuni pub, viene servita per insaporire i burger (sia di carne che di legumi o di soia): il colore rosso vivo dà vivacità ai piatti, ed il sapore combinato ai sapori salati va a costituire un contrasto delizioso. Ma se volete un modo per fare veramente il pieno di tutti i benefici della barbabietola, eccovi una zuppa dal sapore particolarissimo: il Borscht. Si tratta di un piatto tradizionale molto in voga nei Paesi dell’Est, come la Russia e l’Ucraina, ma si hanno sue versioni molto simili anche nell’Europa centrale, in Paesi come la Polonia. Io l’ho assaggiato per la prima volta ad una bancarella etnica dei mercatini di Brick Lane, e da scettica ne sono diventata fan.

BORSCHT

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 cipolla
  • 55 g di burro (o margarina vegetale)
  • 350 gr di barbabietola cruda, tagliata a bastoncini, più una barbabietola cruda grattuggiata.
  • 1 carota, tagliata a bastoncini
  • 3 gambi di sedano, affettati sottili
  • 2 pomodori, provati della pelle e dei semi e tritati
  • 1,4 l di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 2 ciuffi di aneto sminuzzati
  • sale e pepe
  • 115 gr di cavolo bianco, sminuzzato
  • 150 ml di panna, per guarnire
  • fette di pane di segale, per servire (facoltativo)

Come preparare il Borscht:

Tagliate la cipolla ad anelli. Fate sciogliere il burro in un tegame a fondo pesante e fatevi appassire la cipolla a fuoco basso per 3-5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Unite la barbabietola a bastoncini, la carota, il sedano e i pomodori e fate cuocere, mescolando spesso, per 4-5 minuti.

Aggiungete il brodo, l’aceto e lo zucchero e 2 cucchiai di aneto sminuzzato. Salate e pepate a piacere, portate a bollore, riducete la fiamma e fate poi cuocere per 35-40 minuti, finché le verdure non saranno tenere.

Unite il cavolo, coprite e fate cuocere per 10 minuti. Aggiungete la barbabietola grattuggiata e fate cuocere per altri 10 minuti. Versate la minestra nei piatti riscaldati, guarnite con un cucchiaio di panna acida e un altro cucchiaio di aneto sminuzzato e servite con pane di segale.