Se di solito si dice di soffrirne quando si avverte dolore all’articolazione, soprattutto quando cambia il tempo, oppure c’è umidità. In realtà, sotto la definizione di reumatismi rientrano oltre 170 malattie diverse. Quasi tutte comunque procurano sintomi a livello di ossa, muscoli o giunture. Di norma i reumatismi si presentano con dolore, articolare o muscolare, più o meno diffuso e persistente, parziale rigidità del sistema muscolare e del sistema scheletrico, eventuali gonfiori, cute calda e arrossata in corrispondenza della zona interessata. La durata delle malattie reumatiche è varia e può assumere anche un decorso cronico, in cui periodi di relativo benessere si alternano a periodi di riacutizzazione.

CHE FARE IN CASO DI REUMATISMI

In caso di reumatismi, viene spesso raccomandato un massaggio sulle zone riflessogene corrispondenti alle parti del corpo più interessate. Gli alimenti da privilegiare sono pesce, uova, verdura, leguminose, cereali integrali e noci.

RIMEDI FITOTERAPICI

È utile l’assunzione di macerati glicerici di Ribes nigrum, 50 gocce, al mattino, e Ampelopsis weitchii, 50 gocce, 2 volte al giorno. Abbinate la tintura madre di artiglio del diavolo, nella dose di 20 gocce 3 volte al giorno, anche per lunghi periodi. Se vi sono anche dolori muscolari, sostituite l’artiglio del diavolo con la camomilla, sempre in tintura e con le stesse modalità di assunzione: 20 gocce 3 volte al giorno, anche per lunghi periodi.

INTEGRATORI

  • Coenzima Q10, 1 compressa al giorno. E’ molto utile come antiossidante perché rallenta l’usura delle articolazioni.
  • Vitamina C, 500 mg al giorno. Ha potere antiossidante che migliora l’ossigenazione all’interno dell’organismo.
  • Acidi grassi essenziali, 1-2 perle al giorno. Combattono lo stato infiammatorio.
  • Rame, 2-3 fiale il giorno, per 3 settimane. In caso di febbre reumatica, durante la fase infettiva.
  • Rame-oro-argento, 1 fiala 4 volte a settimana, per 1 mese e, poi, 1 fiala 3 volte a settimana, anche per lungo tempo. E’ utile in tutti i casi di reumatismi.
  • Manganese-rame, 1 fiala 4 volte a settimana, per 1 mese, e, poi, 1 fiala 3 volte a settimana, per lungo tempo. Da usare in sostituzione al rame-oro-argento se si soffre di ipertensione.

OMEOPATIA

Quando al soggetto dà fastidio essere toccato e il dolore è da “ossa rotte”, può essere efficace Arnica. Quando il dolore reumatico viene notevolmente aggravato dal movimento, è adatta Bryonia. Se il dolore peggiora nel momento in cui ci si comincia a muovere, ma migliora se si fanno movimenti lievi e continuati, provate Rhus toxicodendrum.

Tutti i rimedi possono essere assunti alla 5CH, 2 volte al giorno, 5 granuli alla volta.

[Attenzione: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]