Il 13 Marzo è stata celebrata l’ottava Giornata Mondiale del Rene e, proprio in questa occasione, l’Associazione Nazionale dei Dietisti fornisce dei consigli per chi vuole prevenire e curare le malattie renali che purtroppo colpiscono 5 milioni di italiani. Per preservare la salute dei reni è fondamentale avere un’alimentazione sana ed equilibrata: sono da evitare gli eccessi di proteine, potassio e fosforo.

Ecco i consigli dell’Andid:

  • mantenersi sempre attivo ed in forma: una regolare attività fisica aiuta a tenere sotto controllo la pressione arteriosa, riducendo il rischio di malattie renali;
  • controllare regolarmente la glicemia: circa la metà delle persone che soffrono di malattie renali hanno il diabete; per tale motivo è molto importante controllare la glicemia e mantenerla nei limiti corretti. Anche il peso corporeo è fondamentale e dovrebbe sempre essere mantenuto nella norma grazie ad una corretta ed equilibrata alimentazione;
  • controllare la pressione del sangue: l‘elevata pressione del sangue è la seconda causa più frequente del danno renale. Il normale livello di pressione dovrebbe essere 120/80 e quando è troppo alta è particolarmente dannosa per i reni, soprattutto in presenza di diabete, malattie cardio-vascolari e colesterolo elevato;
  • mangiare sano e tenere sotto controllo il peso: prediligere una dieta a base di cibi vegetali, come la dieta mediterranea. Ecco alcune semplici regole:
  1. mangiare frutta e verdura in abbondanza;
  2. consumare ad ogni pasto cereali: pasta, riso, pane, biscotti e farina di mais;
  3. cucinare la pasta in modo semplice, con sughi di verdure;
  4. consumare pesce con regolarità (almeno 2-3 volte a settimana);
  5. ridurre il consumo di formaggi o latticini (2-3 volte a settimane);
  6. scegliere affettati e carni con la possibilità di eliminare il grasso visibile;
  7. preferire l’olio extravergine di oliva per i condimenti e aggiungerlo, quando possibile, a crudo;
  8. ridurre il consumo di alimenti che contengono proteine: carne, affettati, uova, formaggi, latticini.
  9. non consumare un “doppio secondo”: carne e formaggio oppure salumi e formaggio;
  10. consumare legumi almeno 2 volte a settimana, come fonte di proteine: ceci, fave, fagioli, piselli, lenticchie, etc);
  11. selezionare il pane ed i prodotti da forno tra quelli meno conditi.
  • ridurre il sale: preparare i pasti con ingredienti freschi e ridurre il sale aggiunto; usare aromi e spezie per migliorarne il gusto ed evitare il regolare consumo di affettati e formaggi;
  • bere in abbondanza: bere molto permette di eliminare le tossine prodotte dal metabolismo. Per mantenere la funzione renale è necessario bere almeno 2 litri d’acqua al giorno; vanno bene anche le tisane e i thè preparati in casa e non zuccherati. Limitare le bibite commerciali e i succhi di frutta, in quanto contengono zuccheri non necessari e additivi, come il potassio e i fosfati, che possono nuocere ai reni.
  • non fumare: il fumo aumenta la pressione sanguigna e accelera l’invecchiamento dei vasi sanguigni, ostacolando la circolazione. Un ridotto afflusso del sangue ai reni riduce la loro capacità di funzionare correttamente. Inoltre, il fumo aumenta le possibilità di cancro al rene a causa dell’espulsione delle sostanze contenute del tabacco, a carico delle vie urinarie.
  • evitare l’uso abituale di farmaci, se non indicati dal medico: alcuni farmaci comuni, come gli analgesici, possono causare danni ai reni se assunti troppo di frequente. Chiedete sempre il parere del vostro medico prima di assumere farmaci per dolori articolari, ossei e per il mal di testa.

photo credit: Hey Paul Studios via photopin cc