Il raffreddore è un’infezione virale alquanto fastidiosa, ma piuttosto comune, specialmente nella stagione fredda. A moltissime mamme capita quindi di contrarre questo malanno durante i nove mesi di gravidanza, ritrovandosi a fare i conti con l’impossibilità di assumere medicinali. In caso di raffreddore in gravidanza, fortunatamente esistono tuttavia alcuni rimedi naturali assolutamente sicuri per il feto, ma altrettanto efficaci nel contrastare i tipici sintomi di questo malanno di stagione, caratterizzato da congestione delle prime vie respiratorie, infiammazione della mucosa nasale, abbondante produzione di muco, frequenti starnuti, tosse, mal di testa e generale sensazione di stanchezza.

Per combattere il raffreddore in gravidanza, la primissima cosa da fare è concedersi alcuni giorni di assoluto riposo, in modo da permettere all’organismo di recuperare le forze e combattere il disturbo. Ricordate inoltre di soggiornare in un luogo caldo della casa e di umidificare l’aria per mezzo di un evaporatore, di grande aiuto nell’alleviare la congestione dei seni paranasali.

Per combattere il raffreddore in gravidanza, si consiglia poi di assumere molti liquidi, specialmente sotto forma di bevande calde, utili a mantenere una buona idratazione ed ammorbidire il muco, facilitandone l’espulsione. Un altro consiglio utile può essere quello di aggiungere miele e limone alle vostre tisane, perfetti per disinfettare e lenire le mucose irritate.

Un ottimo rimedio della nonna consiste poi nell’effettuare frequenti suffumigi: vi basterà mettere a bollire una pentola con dell’acqua e bicarbonato, e inalarne i vapori posizionando un asciugamano sulla testa, così da decongestionare le vie respiratorie, sciogliere il muco e favorirne la sua fuoriuscita. In alternativa al bicarbonato, è altresì possibile utilizzare del sale grosso.

Altrettanto utili si rivelano i lavaggi nasali, fatti con acqua tiepida e sale o con soluzioni fisiologiche.

Non dimenticate infine di prestare attenzione alla dieta: in caso di raffreddore in gravidanza, un pieno di vitamine e sali minerali è quel che ci vuole per aiutare l’organismo a combattere l’infezione. Via libera dunque a frutta e verdura, specialmente quella ricca di vitamina C.