La quinoa (nome scientifico Chenopodium quinoa) è una pianta originaria del Sud America ed appartenente alla famiglia delle Chenopidacee. Seppur spesso considerata un cereale, è importante sottolineare che non lo è, poiché non appartiene alla famiglia delle Graminacee. Si tratta invece di uno ‘pseudocereale’ (come amaranto, grano saraceno, sago e manioca), in verità più simile a spinaci e barbabietole che ai tradizionali cereali, dei quali può tuttavia costituire una valida alternativa.

La quinoa contiene una buona quota di minerali e vitamine, in particolare magnesio, ferro, vitamina C e vitamina E, ma anche proteine di elevato valore biologico (circa il 13%), carboidrati complessi e a basso indice glicemico e fibre alimentari (8,6%). Completamente priva di glutine (e quindi adatta a chi soffre di celiachia), è invece ricca di due aminoacidi essenziali molto importanti: la Lisina (fondamentale per la produzione degli anticorpi e per la creazione del tessuto osseo e cartilagineo) e la Metionina (con azione lipolitica sia sul fegato sia verso i grassi che aderiscono alle arterie).

Essendo un alimento energizzante (circa 350 calorie ogni 100 grammi di prodotto), il consumo di quinoa è particolarmente consigliato a bambini, donne in gravidanza, sportivi e convalescenti. Le fibre in essa contenute la rendono inoltre adatta in caso di intestino lento e costipazione, cattiva digestione, acidità gastrica, colesterolo alto e diabete, poiché aiutano a mantenere basso l’indice glicemico. Le vitamine, soprattutto B2, C ed E, conferiscono poi alla quinoa spiccate proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti (utili nella lotta ai radicali liberi e nel prevenire l’invecchiamento precoce), mentre il magnesio aiuta a prevenire malattie cardiovascolari, aritmie, ipertensione ed emicranie. Essendo una buona fonte di ferro, questo pseudocereale è inoltre utile in caso di anemia, con benefici che si riflettono anche su muscoli (in sinergia con la Lisina) e attività intellettuale. La presenza di Lisina (che stimola la produzione di serotonina) conferisce infine alla quinoa proprietà rilassanti e regolatrici dell’umore.