Spesso erroneamente considerata un cereale, la quinoa (Chenopodium quinoa) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Chenopidacee, come spinaci e barbabietole. Naturalmente priva di glutine, è invece ricca di proteine, carboidrati e fibra alimentare, utile per il mantenimento della corretta funzionalità intestinale. Oltre ad essere un alimento adatto a chi soffre di celiachia, la quinoa contiene importanti aminoacidi essenziali, come lisina e metionina, che aiuta il metabolismo dell’insulina. Contiene inoltre una buona quota di minerali e vitamine, tra cui fosforo, magnesio, calcio, vitamina C ed E. Il suo elevato contenuto proteico, rende infine la quinoa una valida alternativa agli alimenti di origine animale.

Pur non essendo un cereale, la quinoa può essere utilizzata in sostituzione di riso, cous cous, orzo, miglio, ecc. Dopo aver sciacquato i semi sotto abbondante acqua corrente, occorre far bollire la quinoa per una quindicina di minuti (circa 200 ml di acqua ogni 100 grammi). I grani saranno cotti quando si saranno gonfiati e avranno formato un piccolo germoglio bianco. Spegniamo quindi la fiamma e lasciamo riposare per altri 5 minuti, coprendo la pentola con un coperchio, così che la quinoa assorba il resto dell’acqua. A questo punto potrà essere gustata al naturale o passata in padella con un filo d’olio, servita con carne e verdure, oppure aggiunta ad insalata e zuppe o mescolata a verdure e legumi in polpette.

Questo pseudocereale è ottimo sia per preparare piatti dolci che salati. Dalla macinazione dei suoi chicchi si ottiene inoltre un’ottima farina senza glutine, ma il modo migliore per gustare la quinoa è senza dubbio nella preparazione di insalate estive, gustose crocchette e zuppe nutrienti. Ecco come fare.

INSALATA DI QUINOA

Mettete a cuocere la quinoa e dedicatevi nel frattempo alla preparazione delle verdure: lavate il sedano, la mela e i peperoni, quindi tagliate il tutto a dadini e poneteli in una ciotola. Condite con aceto balsamico e pepe. Una volta cotta, scolate la quinoa, lasciatela intiepidire e unitela al resto degli ingredienti. Condite con olio extra vergine d’oliva e mescolate bene. Tagliate infine a piccoli cubetti del formaggio primosale, aggiungetelo all’insalata e portate in tavola.

CROCCHETTE DI QUINOA

Lavate e tagliate a dadini una patata e le cime di un cavolfiore, quindi mettete il tutto a cuocere in acqua bollente fin quando saranno diventate tenere. Schiacciate la patata con una forchetta e tritate il cavolfiore grossolanamente. Fate cuocere la quinoa in acqua bollente (circa 80g per porzione), quindi unitela agli altri ingredienti. A questo punto mondate un porro; tagliatelo a rondelline sottili; fatelo appassire in una pentola con 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva e unitelo al composto. Aggiungete infine del primosale tagliato a cubetti; condite il tutto con sale, pepe e curcuma e amalgamate bene. Preparate ora una ciotola con del pan grattato e ripassatevi le polpettine che andrete a creare. Friggetele fin quando risulteranno ben dorate e adagiatele su qualche folio di carta assorbente. Servite infine le polpette di quinoa accompagnate da una salsa di avocado.

ZUPPA DI QUINOA

Preparate un soffritto con cipollotto, sedano e carota; quindi aggiungete qualche pomodorino, ceci e del prosciutto cotto tagliato a cubetti. Scottate le lenticchie in padella; nel frattempo sciacquate la quinoa e versate entrambi in una casseruola con altri ingredienti. Aggiungete brodo vegetale; insaporite con un pizzico di sale e rosmarino e lasciate cuocere per una quarantina di minuti a fuoco dolce. Quando sarà ben cotta, versate la zuppa nei piatti e servitela calda.