Se volete pulire la casa in modo ecologico ed evitare di usare detersivi industriali (i motivi ve li ho già spiegati negli articoli sull’inquinamento domestico), due degli ingredienti che non possono mancare in casa vostra sono il bicarbonato e la soda da bucato.

IL BICARBONATO DI SODIO

Il bicarbonato è una sostanza alcalina dalle 1000 funzioni. Si ottiene dal semplice sale marino, trattato in soluzione con ammoniaca e anidride carbonica, oppure dal minerale trona (vedi sotto), materia non rinnovabile, ma molto abbondante in natura. Lo si trova in qualunque supermercato. Quello che si può comprare biologico, marchiato Baule Volante, differisce da altri per la provenienza certa (Toscana), per il fatto di essere stato confezionato da un confezionatore artigianale e per il prezzo, che può essere maggiore. Può assolvere a funzione di deodorante, di detergente e di disinfettante, su tutte le superfici della casa, e si deve usare in acqua con una temperatura massima di 60° (con l’acqua calda non funziona più). Se ne sciolgono al massimo 96 g per litro. Acido e basico miscelati assieme si annullano, quindi è inutile usarlo insieme all’aceto o all’acido citrico a meno che non si voglia ottenere un effetto anticalcare.

IL CARBONATO DI SODIO

Suo parente è la soda da bucato (carbonato di sodio), altra sostanza basica che può essere usata come additivo in lavatrice oppure per pulire pavimenti. Si ottiene di solito dalla disidratazione del trona o urao, un minerale che viene calcinato e purificato. Si trova abbastanza facilmente nei supermercati, ma se volete andare sul sicuro cercatela nei negozi specializzati in detergenti e cosmetici.