In Italia il numero delle persone in sovrappeso e quello delle persone obese va rapidamente aumentando. Inoltre, siamo il paese europeo con il maggior numero di bambini in sovrappeso.

Il metodo tradizionale per la perdita di peso è, ovviamente la dieta, ma, e sono in molti a poterlo testimoniare, da sola molto spesso non basta. Per questo è necessario rivolgersi ad uno psicologo.

S’, perché l’aumento del peso corporeo è fisiologicamente legato all’introduzione di una quantità di cibo superiore a quella di cui si ha bisogno, ma il punto non è questo.

Per poter realmente dimagrire, e fare in modo che i risultati si possano mantenere nel tempo, è necessario capire da dove arriva lo stimolo a mangiare di più di quanto sia necessario o in modo sbagliato. Capendo l’origine del problema si può arrivare ad una soluzione.

Infatti, le diete tradizionali si basano tutte sul principio della diminuzione delle calorie assunte giornalmente, che, se a livello fisico porta a dei risultati positivi, ha degli effetti totalmente opposti a livello psicologico.

La diminuzione drastica delle calorie e dei cibi che si è abituati a mangiare stimola il desiderio proprio di ciò che è proibito, portando il paziente a delle abbuffate vere e proprie che annullano tutto il lavoro fatto. Per questo è importante associare a una dieta ipocalorica il supporto di uno specialista che aiuti a gestire psicologicamente il cambiamento.