Il prurito alle gambe è una sensazione fastidiosa che può avere diverse origini. Infatti, specie con l’avvicinarsi dell’estate, possono insorgere delle problematiche dermatologiche (dermati o eczemi) che causano il prurito. Sempre in relazione al caldo, c’è chi accusa le prime esposizioni ai raggi solari con una sorta di reazione allergica, in tal caso è bene prepararsi all’estate assumendo integratori ad hoc.

In altre condizioni, il prurito alle gambe può rappresentare il campanello d’allarme per patologie gravi: diabete mellito, disturbi alle reni, problemi epatici, disfunzioni alla tiroide o, in ultimo, problemi circolatori. Più semplicemente, spesso si tratta di punture d’insetto a cui si è esposti con l’abbigliamento primaverile, è utile anche controllare divani e materassi per assicurarci che non ci siano cimici. La puntura di questi insetti diviene più pruriginosa più ci si gratta (scopri come prevenire e curare le punture d’insetto qui).

È importante, qualora il prurito sia una condizione persistente, escludere in prima istanza un’allergia : fare dei test allergici e delle analisi del sangue basteranno ad approfondire la natura del prurito per intervenire pertinentemente. Nel frattempo, per trovare sollievo, acqua fredda e antistaminici calmeranno il prurito.

Foto by InfoPhoto