Il pomodoro è uno degli alimenti base della dieta mediterranea. Le sue proprietà sono tante, grazie alla presenza di vitamine e sali minerali, che, anche se non sono in grande quantità, costituiscono un apporto fondamentale al raggiungimento della razione giornaliera consigliata, in quanto il pomodoro è utilizzato in moltissime ricette delle nostra cucina.

Ora c’è una ragione in più per mangiare il pomodoro, ed è il licopene.

Secondo una ricerca condotta da studiosi finlandesi il licopene – un carotenoide non sintetizzabile dal corpo ma contenuto in grandi quantità nel pomodoro – grazie al suo potere antiossidante sarebbe un valido aiuto nella prevenzione dell’infarto.

La ricerca è stata condotta su un campione di 1000 individui maschi che sono stati seguiti per circa 12 anni e dalle analisi è emerso che i soggetti con un più alto livello di licopene nel sangue hanno il 55% di rischio di essere colpiti da infarto.

Jouni Karppi, coordinatore dello studio, ha spiegato:

Questo studio conferma che una dieta ricca di frutta e verdura è associata a un minor rischio di infarto.

Nello specifico lo studio ha messo in evidenza che tra i 258 soggetti con un livello di licopene più basso, uno su dieci è stato colpito da infarto, numero che è nettamente inferiore in coloro con livelli più alti: in questo caso i soggetti che hanno avuto un infarto sono solo uno su 25.