La disfunzione erettile, nota impropriamente anche come impotenza, è una condizione che determina l’incapacità di un individuo maschile a raggiungere e/o ottenere e mantenere un’erezione adeguata per un rapporto sessuale definito “soddisfacente”.

Un disturbo che in genere colpisce milioni di uomini in tutto il mondo, per la maggior parte tra gli adulti oltre i 60 e 70 anni, ma non è escluso che possa capitare anche negli individui più giovani anche tra i 18 e 34 anni. Lo stesso, a seconda della sua manifestazione, viene distinto tra impotenza primaria o secondaria - ovvero se questo si manifesta fin dall’inizio del rapporto o se interviene in un secondo momento -, ma si parlerebbe anche di impotenza psicologica o organica e ancora “generalizzata” o “situazionale”: in questo caso se si manifesta in ogni caso o se varia, appunto, solo in determinate “situazioni” che potrebbero essere legate a diversi fattori – tra cui i partner.

Tra le principali cause principali che possono far scaturire dei casi d’impotenza sono delle alterazioni nervose e vascolari, stati di ansia e stress, malattie cardio circolatorie, l’assunzione di determinati farmaci, ipertensione e alcune tipiche abitudini sbagliate tra cui alcolismo e tabagismo.

Tuttavia per cercare di curare o quantomeno tentare di risolvere il problema esistono dei rimedi tramite dei prodotti specifici e, ancora meglio, alcuni rimedi naturali.

Prodotti

Per ogni tipo di impotenza esisterebbero diversi trattamenti. Nel caso in cui il disturbo fosse provocato da disturbi psicologici può risultare particolarmente utile una terapia specifica – sessuologica – e specie se questi casi sono collegati anche a depressione possono essere affiancati da un’ulteriore terapia – questa volta farmacologica – antidepressiva. Per quanto riguarda invece i casi di disfunzione erettile di origine organica vengono in genere utilizzati dei farmaci inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 e, solo per cause endocrine, potrebbe essere affiancato ad un trattamento ormonale con del testosterone. Tra gli altri prodotti utilizzati per cercare di risolvere questo “problema” – in genere quando i farmaci orali risultano inefficaci – si ricorrerebbe a dei farmaci vasodilatatori – specie a base di prostaglandine – con iniezioni locali da fare prima del rapporto sessuale. Ovviamente qualsiasi farmaco  prima di essere assunto deve essere stato approvato dal proprio medico o da una figura competente: solo queste figure sanno esattamente ciò che si può prendere, in che quantità e, soprattutto, se è adatto all’individuo basandosi su una serie di fattori – prima di tutto la situazione clinica.

In alcuni casi in cui qualsiasi terapia prescritta non faccia il suo effetto viene considerata l’opzione di un intervento chirurgico nel quale verrà inserita una protesi nell’individuo.

Rimedi naturali

Se bene spesso siano snobbati – data la loro efficacia reputata “scadente” o “blanda” – anche i rimedi naturali possono aiutare a migliorare o tuttavia anche a risolvere i problemi d’impotenza. Ovviamente la chiave della loro efficacia risiede nella costanza: se questi rimedi vengono assunti in maniera saltuaria è normale che questi non abbiano effetto, come nel caso in cui – al contrario – questo viene assunto in quantità maggiori rispetto a quanto consigliato, così che l’organismo si abitua e l’effetto diminuisce.

Tuttavia non c’è rimedio naturale migliore che condurre una vita in buona salute: per questo motivo può risultare prima di tutto efficace limitare le cattive abitudini – che siano legate al fumo, all’alcol o all’alimentazione -, svolgendo un’attività fisica costante: questo permetterà di ridurre lo stress, specie se si dorme per le ore necessarie. Se questo non dovesse bastare si può pensare di chiedere aiuto a figure competenti per combattere i propri stati d’ansia o depressione.

Per quanto riguarda l’alimentazione verrebbe consigliato di aumentare l’apporto di fibre integrando quindi non solo cereali ma anche frutta e verdura ricche dell’ingrediente.

Un altro rimedio naturale tra i più utilizzati per la disfunzione erettile risulterebbe essere un mix di noci, miele e latte. Ma a quanto pare non sarebbe l’unico mix a risultare efficace per questo tipo di problema: secondo un altro rimedio basterebbe anche un bicchiere di latte caldo con uva passa – lasciata in ammollo per trenta minuti – almeno una volta al giorno oppure, anche se non è il rimedio preferito, si dice basti assumere dell’aglio o della cipolla cruda almeno tre volte al giorno.

Tra i rimedi naturali più efficaci spicca lo zinco: un supplemento dell’ingrediente – specie nei casi in cui viene evidenziata una “carenza” – può aiutare a risolvere il problema, ma bisogna fare attenzione perché assumerne in dosi eccessive – specie se i valori risultano già normali – può causare effetti collaterali andando a danneggiare il sistema immunitario. Anche il ginseng indiano risulterebbe particolarmente efficace: questo dovrebbe aiutare ad aumentare oltre l’energia anche la resistenza e la funzione sessuale, ma che però può causare effetti collaterali come sonnolenza.

Un’altra soluzione arriverebbe anche dal ginkgo: la pianta risulta particolarmente efficace per la disfunzione erettile, specie se questa viene causata da un effetto collaterale dato dall’assunzione di farmaci antidepressivi. Questo andrebbe a rilassare la muscolatura liscia andando a migliorare anche il flusso di sangue nel pene.

In ogni caso prima di ricorrere a qualsiasi rimedio naturale e qualsiasi terapia farmacologica, va ricordato che è sempre consigliato chiedere il parere medico o di una figura competente: questa saprà sicuramente prescrivere il prodotto e la quantità esatta da assumere.

photo credit: big shot via photopin (license)