LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione dello Speck dell’Alto Adige IGP è esclusiva della provincia di Bolzano, in Trentino Alto Adige.

LE CARATTERISTICHE
Lo Speck dell’Alto Adige si ottiene dalla coscia di suino disossata, moderatamente salata ed aromatizzata a secco, affumicata a freddo in locali appositi, ad una temperatura massima di 20° C e ben stagionata secondo gli usi e le tradizioni locali. Il periodo di stagionatura varia in funzione del peso della coscia, e va da 20 settima- ne per prodotto di peso 3,7 kg, fino ad almeno 24 settimane per prodotto di 4,70 kg. Lo Speck dell’Alto Adige si presenta di colore marrone, la fetta al taglio è rossa con parte in bianco rosato, l’odore affumicato, aromatico e gradevole, il gusto caratteristico, intenso e saporito. Il prodotto deve ottenere almeno 16 dei 20 punti massimi previsti all’esame organolettico, che prende in considerazione l’aspetto esterno e al taglio, la consistenza, l’odore ed il sapore. Al termine della stagionatura le proteine totali sono minimo il 20%, il rapporto grasso/proteine massimo 2 ed il contenuto di sale massimo 5%.

COME SI DISTINGUE
Il prodotto si riconosce per la presenza in etichetta dell’indicazione Speck dell’Alto Adige (lingua italiana) o Sudtiroler Markenspeck o Sudtirolerspeck (lingua tedesca), seguita dalla menzione Indicazione Geografica Protetta (IGP). Lo Speck dell’Alto Adige è riconoscibile, inoltre, per la presenza del marchio impresso a fuoco in quattro punti diversi della cotenna con un apposito stampo in metallo. Il prodotto può essere commercializzato intero, in tranci o affettato preconfezionato; in tutti i casi sulle confezioni devono essere presenti le suddette informazioni. Nelle vendite al taglio, il rivenditore deve avere cura di lasciare integro l’incarto esterno per consen- tire la riconoscibilità del prodotto.

DOVE SI ACQUISTA
Il prodotto può essere acquistato sul territorio nazionale attraverso la distribuzione organizzata, la vendita al dettaglio, nonché durante le fiere ad esso dedicate nella zona di produzione. Una quota rilevante di prodotto è esportata.

Denominazione registrata il 12 giugno 1996.