LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione dei Salamini italiani alla Cacciatora IGP insiste in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise, dove si trovano anche gli allevamenti dei suini destinati a tale produzione. Questi sono gli stessi utilizzati per i prosciutti DOP di Parma e di San Daniele.

LE CARATTERISTICHE
I Salamini italiani alla Cacciatora sono prodotti con una miscela di parti magre e parti grasse del maiale, conditi con sale, pepe a pezzi e/o macinato, aglio. La stagionatura dura almeno 10 giorni. Il prodotto presenta forma cilindrica compatta e consistenza non elastica. Al taglio la fetta è omogenea, di colore rosso rubino uniforme, con granelli di grasso ben distribuiti. Il profumo è delicato e caratteristico, il gusto è dolce, mai acido. Il salame ha un diametro di circa 6 cm, una lunghezza di circa 20 cm e peso in media di circa 350 g. Al termine del periodo di stagionatura il pH è non inferiore a 5,3, le proteine sono almeno il 20%, il rapporto grasso/proteine non va oltre 2.

COME SI DISTINGUE
Il prodotto si riconosce per la presenza dell’indicazione Salamini Italiani alla Cacciatora seguita dalla menzione Denominazione di Origine Protetta (DOP) e di un tassello (in alto a destra) che riporta al suo interno il simbolo comunitario ed il logo della denominazione con al centro la scritta Cacciatore posti su una fascia che avvolge ogni singolo pezzo. Il prodotto è venduto sfuso, intero, in tranci od affetta- to preconfezionato; in tutti i casi sulle confezioni devono essere presenti i suddetti loghi ed informazioni.

DOVE SI ACQUISTA
Il prodotto è reperibile facilmente sull’intero territorio nazionale sia attraverso la distribuzione organizzata, sia attraverso la vendita al dettaglio. Una certa quota di prodotto è esportata.

Denominazione registrata il 7 settembre 2001.