LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione del Salame Cremona IGP è in Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte e Veneto. I suini da cui proviene il prodotto invece sono nati, allevati e macellati anche in Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise.

LE CARATTERISTICHE
L’impasto è preparato aggiungendo alla carne suina il sale, le spezie, il pepe in grani o pezzi grossolani, l’aglio pestato e spalmato. Il prodotto è insaccato in budello naturale. La stagionatura si protrae per un periodo non inferiore a 5 settimane, ma varia in relazione alla pezzatura. Il diametro del prodotto è almeno 6,5 cm, mentre la lunghezza è non inferiore a 15 cm. Il peso a fine stagionatura è non meno di 0,5 kg. Il prodotto, di forma cilindrica a tratti irregolare, è compatto e di consistenza morbida, la fetta è omogenea e si caratterizza per la sua coesione. Il colore è rosso intenso ed il profumo è tipico e speziato. I parametri analitici per valutare la qualità del prodotto sono il pH (non inferiore a 5,2), il contenuto proteico (minimo 20%), il rapporto acqua/proteine (massimo 2,00) e il rapporto grasso/proteine (massimo 2).

COME SI DISTINGUE
Il prodotto è riconoscibile per la presenza dell’indicazione Salame Cremona seguita dalla menzione Indicazione Geografica Protetta (IGP) e del simbolo comunitario, apposti su una fascia che avvolge il singolo pezzo. All’estremità del prodotto, inoltre, è apposto un sigillo inviolabile in alluminio o altro materiale su cui sono riportate le diciture “Consorzio del Salame Cremona” e il mese e l’anno di produzione. Il Salame Cremona può essere commercializzato intero o in tranci o affettato preconfezionato; in tal caso sulle confezioni devono essere presenti le suddette informazioni. Per le vendite sfuse, il rivenditore deve avere cura di rendere sempre visibile la fascia esterna ed il sigillo, a garanzia della riconoscibilità del prodotto.

DOVE SI ACQUISTA
È reperibile principalmente nella zona di produzione attraverso la distribuzione organizzata, la vendita al dettaglio e la ristorazione.

Denominazione registrata il 22 novembre 2007.