LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione del Provolone Valpadana DOP interessa, in tutto o in parte, il territorio delle province di Cremona, Brescia, Bergamo, Mantova e Milano in Lombardia; Verona, Vicenza, Padova e Rovigo in Veneto; Trento in Trentino Alto Adige; Piacenza in Emilia-Romagna.
LE CARATTERISTICHE
Il Provolone Valpadana è un formaggio semiduro a pasta filata prodotto con latte intero vaccino. Ha forma troncoconica, a pera, sormontata o meno da testolina sferica (cd. fiaschetta). Il prodotto è immesso in commercio nelle tipologie “dolce”, con stagionatura minima di 30 giorni, e “piccante”, con stagionatura minima di tre mesi. Entrambi i tipi possono essere anche affumicati. La superficie esterna può pre- sentare leggere insenature determinate dal passaggio delle corde di sostegno; il peso della forma varia dai 4 ai 10 kg; la crosta è liscia, sottile, lucida, di colore giallo dorato, talvolta giallo bruno; la pasta compatta, di colore leggermente paglierino, può presentare una leggera e rada occhiatura; è ammessa una leggera sfogliatura; il sapore è delicato fino alla stagionatura di tre mesi, pronunciato verso il piccante a stagionatura più avanzata. Grasso sulla sostanza secca: min. 44%.

COME SI DISTINGUE
Il Provolone Valpadana è commercializzato in forme intere, a tranci e preconfezionato. Sul prodotto deve essere presente un’etichetta riportante il logo della denominazione, raffigurante un provolone, seguito dal codice identificativo del caseificio produttore. Tali indicazioni sono riportate sull’imballaggio del prodotto se preconfezionato.

DOVE SI COMPRA
Il prodotto è commercializzato su tutto il territorio nazionale attraverso la distribuzione organizzata, la vendita al dettaglio e la vendita diretta. Parte del prodotto viene anche esportata.

Denominazione registrata il 12 giugno 1996.