LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione del Peperone di Senise comprende il territorio del comune di Senise e quello di alcuni comuni limitrofi delle province di Matera e di Potenza, in Basilicata.

LE CARATTERISTICHE
La denominazione Peperone di Senise si distingue nei tipi Appuntito (prevalente), Tronco e Uncino. Il tipo Appuntito all’atto dell’immissione al consumo possiede le seguenti caratteristiche: forma della bacca leggermente deformata con costole poco evidenti; apice stillare a punta; colore dal verde al rosso porpora; sapore dolce. Il tipo Tronco si caratterizza per: forma della bacca leggermente deformata con costole poco evidenti; apice stillare tronco; colore dal verde al rosso porpora; sapore dolce. Il tipo Uncino si distingue per: bacca leggermente deformata con costole mol- to evidenti; apice stillare ricurvo a uncino; colore dal verde al rosso porpora; sapore dolce. Se commercializzato secco il prodotto si presenta in collane, di lunghezza variabile, o in polvere, ottenuta dalla macinazione dei peperoni secchi essiccati in forno.

COME SI DISTINGUE
Il prodotto allo stato fresco è commercializzato in cassette di legno della capacità di 12-15 kg; allo stato secco in serte (collane) della lunghezza di 1,5-2,0 m; se in polvere in contenitori di vetro, opacizzato, con capacità di 500 e 1000 g o in bustine di carta plastificata, con capacità di 50 e 100 g. Sulla confezione del prodotto deve essere riportata l’indicazione Peperone di Senise, seguita dalla indicazione IGP, il logo della denominazione, rappresentante una “S”, ed il simbolo comunitario.

DOVE SI ACQUISTA
Il prodotto è distribuito solo in Basilicata attraverso la vendita al dettaglio.

Denominazione registrata il 1° luglio 1996.