LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione del Pane di Altamura, così come l’area di coltivazione del grano è esclusiva di alcuni comuni della Murgia nord-occidentale ovvero Altamura, Gravina di Puglia, Poggiorsini, Spinazzola e Minerva Murge, in provincia di Bari Puglia.

LE CARATTERISTICHE
Il Pane di Altamura è ottenuto dal rimacinato di semola di grano duro impastato con lievito naturale, sale marino, acqua. Il grano utilizzato possiede determinate caratteristiche qualitative in termini di proteine, ceneri, glutine secco. Analogamente le semole di grano duro rispettano determinati valori per indice di giallo e indice di glutine. L’impasto è sottoposto a più modellature fatte a mano e intervallate da altrettante fasi di riposo prima della successiva cottura in forni alimentati a legna (quercia), gas o con riscaldamento indiretto. La cottura dura in genere 60 minuti, di cui i primi 15 a forno aperto. Per la sfornatura, è prevista l’apertura della bocca del forno per 5 minuti al fine di consentire la fuoriuscita del vapore e l’asciugamento della crosta. Il prodotto si presenta con pezzatura non inferiore a 0,5 Kg nella forma accavallata (detta skuanète) con baciature ai fianchi o nella forma bassa (detta a capidd d’prèvte) senza baciature, spessore della crosta non inferiore a 3 mm, colore della mollica giallo paglierino, alveolatura omogenea, profumo caratteristico.

COME SI DISTINGUE
Il prodotto confezionato riporta sull’etichetta il logo della denominazione che consiste in uno scudo sannitico sormontato da corona-arma a quattro quarti, due rossi e due bianchi. Al centro dell’ovale compare, in orizzontale, su tre allineamenti, la scritta “Pane DOP di Altamura”. In alternativa il pane può essere venduto sfuso, senza alcun involucro, ma con l’apposizione di un bollino in materiale biologico riportante le stesse indicazioni.

DOVE SI ACQUISTA
Il Pane di Altamura è reperibile nella zona di produzione e in alcuni casi anche attraverso la distribuzione organizzata. Una certa quota di prodotto viene esportata.

Denominazione registrata il 18 luglio 2003.

//