LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione del Marrone del Mugello comprende il territorio di dieci co- muni della provincia di Firenze, in Toscana.

LE CARATTERISTICHE
Il Marrone del Mugello si riferisce ad una serie di sottospecie (ecotipi) correntemente indicati col nome della località e/o comune di provenienza ma tutte riconducibili alla varietà Marrone Fiorentino. Il prodotto presenta le seguenti caratteristiche: numero di frutti per riccio non superiore a tre; pezzatura medio-grossa (non più di 80 frutti per 1 kg); forma prevalentemente ellissoidale, apice poco pronunciato con presenza di peluria. Il prodotto di norma ha una faccia laterale tendenzialmente piatta, l’altra marcatamente convessa; la cicatrice ilare è di forma sensibilmente rettangolare e di dimensioni tali da non debordare sulle facce laterali, generalmente piatta e di colore più chiaro della buccia. La buccia è di colore bruno rossiccio con striature più scure. Il seme presenta polpa bianca, croccante, gradevole e di sapore dolce con superficie quasi priva di solcature. È commercializzato allo stato fresco o allo stato secco (in guscio o sgusciato). La resa in marroni secchi pelati non supera 35% mentre la resa in marroni secchi in guscio non supera il 65%. I marroni secchi sgusciati si presentano interi, sani, di colore paglierino chiaro e con non più del 10% di difetti (tracce di bacatura, deformazioni etc.).

COME SI DISTINGUE
Ogni confezione riporta le indicazioni Marrone del Mugello – IGP, il logo della denominazione che rappresenta un marrone stilizzato a forma di sole sopra il profilo di due montagne, ed il simbolo comunitario.

DOVE SI ACQUISTA
Il prodotto è distribuito principalmente nella zona di produzione e nei territori limitrofi attraverso la distribuzione organizzata, la vendita diretta o al dettaglio.

Denominazione registrata il 1° luglio 1996.