LA ZONA DI PRODUZIONE

La zona di produzione del Castelmagno DOP comprende l’intero territorio dei comuni di Castelmagno, Pradleves e Monterosso Grana, tutti ubicati nella provincia di Cuneo, in Piemonte.

LE CARATTERISTICHE

Il Castelmagno è un formaggio ottenuto da latte di vacca crudo con eventuale aggiunte, in piccola parte, di latte ovino e/o caprino. Presenta una forma cilindrica con diametro compreso tra i 15 e i 25 cm; il peso varia dai 2 ai 7 kg; la crosta è sottile e di colore giallo rossastro, liscia, tendente al grigio se ai minimi della stagionatura; la pasta è molto friabile e priva di occhiature; il colore della pasta va dal bianco avorio al giallo ocra con venature blu-verdi nelle forme più stagionate dovute allo sviluppo di speciali muffe; il sapore è raffinato ai minimi di stagionatura e più saporito con il progredire della stessa. Grasso sulla sostanza secca: 34%.

COME SI DISTINGUE

Il prodotto è commercializzato in forme intere, a tranci e preconfezionato. La faccia esterna del prodotto, o la velina applicata su di essa, deve riportare l’indicazione Castelmagno, il logo della denominazione e il simbolo comunitario. Il logo della denominazione è costituito da una “C” stilizzata, che riconduce alla denominazione Castelmagno, con abbozzo di vette alpine e con al centro una forma ellittica di formaggio intagliato; è di colore blu se il prodotto è stato lavorato in montagna (600 m s.l.m.), e di colore verde se la produzione è di alpeggio (al di sopra del 1.000 m s.l.m.). Tali indicazioni sono riportate sull’imballaggio del prodotto se pre- confezionato.

DOVE SI ACQUISTA

È diffuso soprattutto in Piemonte, nella zona di produzione, attraverso la vendita diretta e in parte sul territorio nazionale attraverso la distribuzione organizzata.

Denominazione registrata il 1° luglio 1996.