LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione del Ficodindia dell’Etna comprende, in tutto o in parte, di- versi comuni della provincia di Catania, in Sicilia.

LE CARATTERISTICHE
Il Ficodindia dell’Etna è commercializzato in tre varietà: Sanguigna, a polpa rossa, Sulfarina, a polpa gialla, Muscaredda, a polpa bianca. È ammessa una percentuale non superiore al 5% di altri ecotipi. Sono considerati varianti di pregio le selezioni “Trunzara” o “Pannittera”. I frutti sono distinti in due categorie a seconda del periodo di raccolta: “Agostani” (o “Latini”) se appartenenti alla prima fioritura che avviene a partire dalla seconda decade di agosto, “Scozzolati” se appartenenti alla seconda fioritura che avviene tra settembre e dicembre. La forma è ovoidale, il peso non inferiore a 95 g, la percentuale di polpa non inferiore al 60%. Grado brix: min. 13.

COME SI DISTINGUE
Il Ficodindia dell’Etna è commercializzato in imballaggi di carta, legno e plastica. Il prodotto presenta su ogni confezione l’indicazione Ficodindia dell’Etna DOP, seguita dal logo della denominazione che raffigura il profilo del vulcano Etna con due cladodi e quattro frutti e il simbolo comunitario. Si può trovare l’indicazione della categoria e della settimana di raccolta. È consentito l’utilizzo della dicitura “Cactus Pear”.

DOVE SI ACQUISTA
La distribuzione del prodotto avviene in Sicilia attraverso la vendita diretta e sul territorio nazionale attraverso la distribuzione organizzata.

Denominazione registrata il 25 agosto 2003.