LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione della Castagna di Vallerano DOP è riservata all’intero comune di Vallerano, in provincia di Viterbo, nel Lazio. I castagneti sono ubicati in terreni di origine vulcanica ad una quota di 400-500 metri s.l.m..

LE CARATTERISTICHE
La denominazione è riservata ai frutti provenienti dalla sottospecie (o ecotipo) locale di “Castanea Sativa Miller”, normalmente conosciuto con toponimi locali, e delle seguenti pezzature: grossa (50 – 70 frutti / kg di prodotto fresco), media (71 – 95 frutti / kg di prodotto fresco), piccola (96 -120 frutti / kg di prodotto fresco). La Castagna di Vallerano si caratterizza per forma ellissoidale a volte globosa e buccia sottile facilmente staccabile, di colore bruno rossiccio con striature in senso longitudinale più marcate. Il frutto si presenta quasi privo di solcature in superficie, con polpa bianca, croccante e di gradevole sapore dolce; è particolarmente resistente alla cottura.

COME SI DISTINGUE
L’immissione al consumo della Castagna di Vallerano avviene in sacchi di peso pa- ri a 1, 3, 5, 10, 20, 30 kg. I sacchi devono essere chiusi con un sigillo per garantire l’integrità del contenuto. Il sigillo è costituito da un’etichetta inamovibile che pre- senta l’indicazione Castagna di Vallerano DOP, seguita dal logo della denominazione che riproduce, stilizzato, il profilo del comune di Vallerano, e dal simbolo comunitario.

DOVE SI ACQUISTA
Il prodotto è distribuito prevalentemente nella zona di Viterbo e nel Lazio, attraverso la vendita diretta e al dettaglio.

Denominazione registrata il 7 aprile 2009.