LA ZONA DI PRODUZIONE
L’area di produzione dell’Arancia del Gargano IGP comprende i territori di Vico del Gargano, Ischitella, Rodi Garganico e il tratto costiero e subcostiero settentrionale del promontorio del Gargano in provincia di Foggia, in Puglia.

LE CARATTERISTICHE
L’Indicazione Geografica Protetta Arancia del Gargano è riservata ai frutti ottenuti dalle varietà biondo comune del Gargano nei tipi “depresso”, a “pera” e duretta del Gargano, localmente detta “arancia tosta”. Il tipo “depresso” della varietà biondo comune del Gargano presenta forma sferica, ma particolarmente “depressa” sul punto d’intersezione del picciolo e dell’ombelico, buccia più o meno sottile, coriacea ma con grana alquanto fine e di colore giallo-dorato intenso; diametro minimo di 65 mm; polpa e succo di colore giallo arancio, con contenuti in zuccheri tra 10- 12%; resa massima in succo, pressato a mano, pari al 30%; tenore zuccherino in grado Brix minimo 10. Il tipo a “pera” deve avere forma a pera a rilievo nella zo- na del picciolo di colore giallo-dorato intenso; buccia particolarmente coriacea e grana più o meno grossolana; diametro minimo di 60 mm; polpa e succo di colore giallo arancio, con contenuti in zuccheri tra 10-12%; resa massima in succo, pressato a mano, pari al 35%; tenore zuccherino in grado Brix minimo 10. L’aran- cia duretta del Gargano – detta “arancia tosta” – presenta forma tonda od ovale, buccia di colore arancio chiaro con intensità varia, superficie molto liscia e finemen- te papillata; polpa di tessitura fine con piccole vescichette, ambrata, croccante, assenza o in numero ridotto di semi; diametro medio dei frutti compreso tra 55 e 60 mm; contenuto in zuccheri tra 11-12%; resa massima in succo, pressato a mano, pari al 35%; tenore zuccherino in grado Brix minimo 11.

COME SI DISTINGUE
Il prodotto è commercializzato sfuso o confezionato in contenitori di legno o di cartone di peso compreso tra 1 e 25 kg. Il logo della denominazione del prodotto, che deve figurare sulle confezione, rappresenta una stilizzazione di due arance, con rametto fogliato, all’interno di una corona ellissoidale; sulla corona è riportata l’indicazione Arancia bionda del Gargano, ed in basso al centro della stessa la dicitura per esteso Indicazione Geografica Protetta seguita dal simbolo comunitario.

DOVE SI ACQUISTA
Il prodotto è prevalentemente commercializzato in Puglia, attraverso la vendita diretta e/o dettaglio.

Denominazione registrata il 30 agosto 2007.