LA ZONA DI PRODUZIONE
La zona di produzione comprende l’intero territorio della Sardegna.

LE CARATTERISTICHE
La materia prima proviene da agnelli nati, allevati e macellati in Sardegna. Gli agnelli sono allevati prevalentemente allo stato brado, in un ambiente del tutto naturale caratterizzato da ampi spazi esposti a forte insolazione, ai venti ed al clima della Sardegna, che risponde perfettamente alle esigenze tipiche delle razze allevate. Gli agnelli sono nutriti con latte materno che può essere integrato con pascoli naturali ed essenze spontanee peculiari dell’habitat dell’isola. Le tipologie di prodotto sono tre in relazione al peso: Agnello di Sardegna “da latte” (fino a 7 kg), Agnello di Sardegna “leggero” (7 – 10 kg), Agnello di Sardegna “da taglio” (10 – 13 kg). La carne si distingue per il colore dal rosa chiaro a rosa, per la consistenza solida e per il colore del grasso da bianco a bianco paglierino (quest’ultimo solo per la tipologia “da taglio”) e per sapore ed odore intensi. Le principali caratteristiche chimico-fisiche sono le proteine tra il 13 ed il 20% ed il pH maggiore di 6.

COME SI DISTINGUE
Il prodotto si riconosce per la presenza sulle confezioni delle carcasse intere e/o porzionate o sulle etichette dell’indicazione Agnello di Sardegna seguita dalla men- zione Indicazione Geografica Protetta (IGP), della tipologia delle carni, della denominazione del taglio e del logo della denominazione (in alto a destra), che riproduce stilizzati la testa e la zampa dell’agnello, inseriti in una cornice che ricorda la forma della Sardegna.

DOVE SI ACQUISTA
Il prodotto è reperibile nella zona di produzione attraverso la vendita al dettaglio e, sul territorio nazionale, attraverso la distribuzione organizzata.

Denominazione registrata il 24 gennaio 2001.