L’Associazione Italiana per la Lotta alla Trombosi e le malattie cardiovascolari ha pubblicato un vademecum utile per chi ha problemi di cuore e di malattie cardiovascolari. Perché se è vero che le vacanze e l’allontanamento dallo stress fanno senz’altro bene al cuore, è anche vero che chi soffre di queste patologie dovrebbe ricordarsi di fare attenzione anche in ferie.

Chi ha problemi quali scompenso cardiaco, ipertensione, coronaropatie oppure aritmie dovrebbe fare una bella visita medica prima di partire, giusto per controllare che tutto sia nella norma. Ma anche per discutere col medico delle eventuali mete da scegliere per le vacanze. E questo non perché al medico debba interessare la nostra vita privata ma perché quando si hanno problemi cardiovascolari la meta, in effetti, potrebbe incidere molto sul proprio livello di salute.

In realtà anche quando si soffre di ipertensione o di altre cardiopatie si può andare quasi ovunque ma gli esperti consigliano soprattutto di recarsi in luoghi ubicati a mezza collina. Questo luogo è infatti ideale sotto diversi punti di vista: clima fresco, pochi sbalzi di temperature, ottima ossigenazione dell’aria e ritmi poco stressanti.

Il mare, invece, sembra creare qualche problema in più a causa dell’umidità, del forte caldo e della disidratazione che ne può conseguire, che va poi ad incidere sulle funzioni renali e su molti altri aspetti della salute, pressione compresa. Non bisogna mai dimenticare che chi soffre di malattie cardiovascolari, infatti, non è perfettamente in salute e quindi la precauzione non è mai troppa. Stesso discorso per l’alta montagna, ma in questo caso soprattutto a causa delle escursioni termiche e per la scarsa ossigenazione.