Addio agli aghi per i prelievi di sangue: secondo un’idea nata da un gruppo di specialisti di Belfast (Irlanda) si potrebbe sostituire la tanto odiata siringa con un semplice cerotto.

Questo sarebbe dotato di ben 361 aghi in polimero realizzati in formato micro e saranno in grado di penetrare solamente entro la parte più superficiale della pelle senza raggiungere le terminazioni nervose, le responsabili della sensazione di dolore. Questi riusciranno quindi a prelevare il sangue, senza dolore, e come ogni normale siringa è monouso e si utilizza una volta sola, andando a diminuire il rischio di contrarre infezioni – come Hiv e epatite – per gli operatori sanitari.

A capo dell’equipe è Ryan Donnelly, che ha dimostrato come questa invenzione si decisamente migliore rispetto alla tradizionale siringa. Tuttavia il prodotto deve ancora essere sottoposto a ulteriori test clinici per poi fare il suo ingresso nel mercato. Questa resta comunque una buona notizia per tutti i bambini nati prematuri e che vengono sottoposti a frequenti prelievi e iniezioni di cure, specie nel corso dei primi tre mesi di vita, ma anche per coloro che soffrono di belenofobia, ovvero che hanno paura dell’ago.

Tuttavia il gruppo di studio non sarebbe il primo a lavorare su un’alternativa al tipico prelievo: anche una delle più note ricercatrici del campo medico, Linda Klavinskis, immunologa del Kings College di Londra, come anche i ricercatori il MIT, starebbero lavorando per una nuova tecnica volta ad eliminare il tanto temuto ago. Questi ultimi starebbero sviluppando un dispositivo che impiega la meccanica dell’alta pressione per riuscire ad introdurre i farmaci nel corpo umano.

photo credit: speedye via photopin cc