I pomodori sono senza dubbio uno degli ortaggi più consumati e immancabili sulle tavole degli italiani o di chi segue una dieta mediterranea: questi, infatti, sono uno degli ingredienti principali di ogni regime alimentare bilanciato e sano che si rispetti in quanto ricco di molte proprietà benefiche per il proprio organismo.

La loro origine va ricercata nel Sudamerica, in particolar modo nelle Ande, dove si dice che antichissime popolazioni come Aztechi e Incas ne erano tra i primi coltivatori: da qui è stato poi “esportato” in Europa nel cinquecento grazie ai conquistadores spagnoli dove inizialmente veniva utilizzato come ornamento in quanto considerato non commestibile perché velenoso. Solo circa un secolo dopo è stato utilizzato per la preparazione di sughi e zuppe, dapprima in Italia e poi a seguire nel resto del continente europeo.

Ad oggi il pomodoro è l’ortaggio che non manca mai in ogni orto che si rispetti e nel bel paese se ne conterebbero addirittura più di 300 varietà tra cui i pomodori pachino, ciliegino e cuore di bue, solo per citarne alcuni.

Pomodori: proprietà e benefici

Come già spiegato i pomodori sono quasi sempre i protagonisti dei piatti di chi opta una dieta sana e bilanciata, seguendo magari una dieta mediterranea: questo perché l’ortaggio è ricco di molteplici proprietà benefiche grazie anche al basso apporto calorico bilanciato da un’alta concentrazione d’acqua pari quasi al 18% ogni 100 grammi di pomodori.

Questi sono inoltre abbastanza ricchi di vitamine (B, C, D, E e caroteni) ma anche sali minerali tra cui in particolar modo potassio, fosforo, sodio, magnesio e calcio.

Tra i benefici i pomodori aiutano l’assorbimento del ferro nel proprio organismo: tuttavia gli stessi aiutano anche a mantenere la consistenza del collagene e quindi dei tessuti molli come pelle, tendini e muscoli. L’ortaggio risulta essere anche un buon antiossidante naturale per contrastare i radicali liberi grazie a oligoelementi come ferro, zinco e selenio. Tra gli antiossidanti è presente anche il licopene, i flavonoidi e le vitamine  A e C.

Tuttavia chi soffre di calcoli renali dovrebbe limitare il consumo dell’ortaggio in quanto questo è ricco di acido ossalico: lo stesso vale per chi soffre di diverticolite per via dei semini contenuti nello stesso che potrebbero andare a peggiorare la condizione.

Pomodori: valori nutrizionali e calorie

In genere un pomodoro, che dovrebbe pesare indicativamente intorno ai 70 grammi per un totale che varia dalle 12 alle 31 calorie, 0.14 grammi di grassi, 2.72 grammi di carboidrati, 0.62 di proteine e ben 66.16 grammi di acqua. Valori che ovviamente cambieranno se si prendono come riferimento 100 grammi: in quest’ultimo caso, infatti, verranno assunte circa 18 kcal, 0.2 grammi di grassi, dai 3 ai 4 grammi di carboidrati, 0.90 grammi di proteine e dai 90 ai 100 grammi di acqua. Questi gli altri valori nutrizionali per ogni 100 grammi di pomodori:

  • Fibre: 1.20 grammi
  • Zuccheri: 2.63 grammi
  • Calcio: 10.00 mg
  • Sodio: 5.00 mg
  • Fosforo: 24.00 mg
  • Potassio: 237.00 mg
  • Ferro: 0.27 mg
  • Magnesio: 11.00 mg
  • Zinco: 0.17 mg
  • Fluoro: 2.30 mg
  • Betaina: 0.10 mg
  • Niacina (Vit. B3): 0.59 mg
  • Folati totali: 15.00 mcg
  • Acido ascorbico (Vit. C): 13.70 mg
  • Alpha-tocoferolo (Vit. E): 0.54 mg
  • Fillochinone (Vit. K): 7.90 mcg
  • Colina totale (Vit. J): 6.70 mg
  • Crotene, beta: 449.00 mcg
  • Carotene, alfa: 101.00 mcg
  • Licopene: 2573.00 mcg
  • Luteina + zeaxantina: 123.00 mcg
  • Fitosteroli: 7.00 mg
  • Acido aspartico: 0.14 g
  • Acido glutammico: 0.43 g
  • Destrosio: 1.25 g
  • Fruttosio: 1.37 g