Nel nostro organismo si svolge un costante braccio di ferro tra ormoni della fame e ormoni della sazietà e l’alimentazione è fondamentale per mantenere un corretto equilibrio tra le due fazioni. In particolare i ricercatori hanno scoperto come tenere a bada la Grelina che è un’importante molecola di segnale che stimola l’appetito.

Si tratta di un piccolo peptide prodotto da alcune cellule endocrine situate, in prevalenza, nel fondo dello stomaco. Quando lo stomaco è vuoto, o poco riempito, la Grelina fluisce in modo costante stimolando l’ipofisi (e il rilascio di ormone della crescita) e l’ipotalamo, che regola l’appetito e il metabolismo.

Una serie di studi hanno evidenziato un particolare impatto della Grelina sulla massa grassa. In ratti cui veniva somministrata Grelina per iniezione si è riscontrato un aumento di massa grassa, mentre non si sono verificate variazioni del tessuto magro o di quello osseo, né la lunghezza dei topi, come se l’ormone della crescita indotto dalla Grelina agisse in modo selettivo sul solo tessuto adiposo.

Somministrando la Grelina direttamente a livello intracerebrale si è notato che questo ormone, oltre ad aumentare l’appetito e quindi l’assunzione di cibo, agisce anche a livello metabolico inibendo il dispendio energetico. Il risultato è un aumento della massa grassa, sia in termini assoluti, sia come percentuale.

Quando si mangia la produzione di Grelina si interrompe e sembra che questo sia connesso allo stiramento delle pareti dello stomaco. Quindi per tenerla a bada è importante mangiare cibi che riempiano lo stomaco, possibilmente senza apportare troppe calorie.

Da qui l’importanza delle fibre e dei cibi ricchi di acqua. A questo proposito uno studio, utilizzando ultrasuoni e risonanza magnetica, ha indagato il comportamento dello stomaco in risposta a pasti solidi accompagnati da acqua e a pasti semiliquidi.

Scoprendo che l’acqua bevuta a parte filtra rapidamente attraverso il piloro e quindi non contribuisce al senso di pienezza dello stomaco. Al contrario l’acqua incorporata in zuppe, passati di verdure o frullati resta nello stomaco per tutto il tempo della digestione, contribuendo a tenere sotto controllo la Grelina.

Osservazioni su volontari hanno confermato che, a parità di ingredienti, il senso di sazietà dura fino a un’ora e mezzo più a lungo se il pasto viene preparato in forma di zuppa.