Livelli di insulina più costanti, aumento del metabolismo basale, maggiore produzione di ormoni anabolici e stimolazione della termogenesi. L’importanza delle proteine in un corretto regime alimentare è ormai nota, a prescindere dai risultati che si vogliono ottenere. Un recente studio australiano suggerisce che una dieta alta in proteine e bassa in carboidrati può ottimizzare anche la capacità riproduttiva dei mammiferi.

L’interessante ricerca condotta dal Centro Charles Perkins dell’Università di Sydney, pubblicata sulla famosa rivista scientifica “Proceedings of the National Academy of Sciences”, si è focalizzata sul modo in cui diverse dosi di macronutrienti possono incidere su riproduzione e longevità. Si parla quindi di sostanze dall’importanza primaria per quanto concerne la produzione di energia e la creazione di materiale “plastico” per lo sviluppo e la rigenerazione del corpo.

I ricercatori hanno nutrito per 15 mesi 858 topi da laboratorio, variando per diverse volte i livelli di proteine, carboidrati e grassi contenuti nei loro pasti. Allo scadere del test, dopo circa un anno, il verdetto legato al parametro della riproduzione ha dato ragione alle proteine: la capacità di procreare è nettamente migliorata, sia nei maschi che nelle femmine delle cavie, durante il cosiddetto periodo “iperproteico”, in cui i carboidrati sono stati ridotti drasticamente.

Di contro, la ricerca svolta in Australia sottolinea che un bilanciamento inverso tra i vari macronutrienti, un’alimentazione bassa in proteine e alta in carboidrati, può ottimizzare lo stato di salute e la longevità. I topolini che non hanno esagerato con le proteine hanno figliato molto meno ma sono vissuti più a lungo. Ci sarebbe quindi una dieta differente per ogni fase della vita?

Il nuovo studio mette in discussione la “demonizzazione” dei carboidrati, accusati di essere dannosi per la fisiologia del corpo, dalla maggior parte delle diete. Solitamente, grano, mais e zuccheri in generale, finiscono nella lista nera degli alimenti che fanno invecchiare più in fretta…