Il 68% delle ragazze non conoscono le alternative alla pillola anticoncezionale: questo secondo quanto emerso in un’indagine diffusa in occasione della Giornata mondiale della contraccezione, in vista per il prossimo 26 settembre.

Circa sette giovani donne su dieci, quindi, non conoscerebbero altri metodi contraccettivi, nonostante l’84% avesse espresso il desiderio di cambiare quello che utilizza attualmente: promotrice della corretta informazione è la Società italiana di ginecologia e ostetricia (SIGO) la quale ha lanciato la campagna “Love It! Sesso consapevole”.

In collaborazione con il progetto “La pillola senza pillola” dell’azienda farmaceutica MSD Italia, alle ragazze verrà offerto un servizio consulenze gratuito disponibile in 12 città italiane – tra Bari, Catania, Cosenza, Lamezia Terme, Milano, Palermo, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Verona –, in collaborazione anche con Campus Orienta, University Box e Job&Orienta, fino alla fine del 2015.

In questo ambito i giovani potranno consultare gratuitamente – e in maniera anonima – un team di ginecologi che risponderanno a eventuali dubbi, domande e curiosità sulla sessualità e contraccezione.

Secondo quanto emerso dalle precedenti edizioni, circa il 52% delle giovani donne che si è consultata con gli esperti durante la Giornata mondiale sarebbe rimasta incuriosita dall’anello come metodo contraccettivo: inoltre, il 18% dei colloqui con i ginecologi avrebbe visto coinvolto anche delle persone di sesso maschile per essere più informati e partecipi riguardo determinate scelte di coppia.

Per MSD, azienda leader nel campo della salute della donna, è una vocazione ed un impegno essere vicino alle donne in tutte le loro scelte di vita.” ha dichiarato lo stesso presidente e Amministratore Delegato dell’azienda, Nicoletta LuppiRinnoviamo il nostro impegno ad informare ed educare le donne ad una pianificazione consapevole della propria vita affinché la maternità sia il regalo più desiderato e voluto nella vita di ogni donna”.