Una buona notizia per tutte le donne e per tutti gli uomini che sono alla ricerca di un metodo anticoncezionale sicuro: grazie alle ricerche di alcuni ricercatori dell’Università di Edimburgo, presto potrebbe essere messa sul mercato una pillola per gli uomini.

Per ora la sperimentazione è alle fasi iniziali, ma si avranno presto ulteriori sviluppi.

La pillola si basa sulla scoperta di un nuovo gene, chiamato Katnal 1, che interagisce nello sviluppo degli spermatozoi. Finora la sua azione è stata sperimentata sui topi, dove è stato evidenziato che l’utilizzo di questo ormone impedisce agli spermatozoi di giungere alla completa maturazione e quindi di essere in grado di fecondare gli ovuli.

In questo modo, se le ricerche andranno a buon fine, si arriverebbe a creare un contraccettivo non ormonale e, soprattutto, reversibile, perché non intacca la produzione degli spermatozoi, ma agisce in un momento successivo, e neanche il patrimonio genetico.

Ecco quanto dichiarato dal dottor Lee Smith, docente di Genetica ed Endocrinologia presso il Centro per la Salute Riproduttiva dell’Università di Edimburgo:

Se riuscissimo a trovare un modo per controllare questo gene nei testicoli potremmo realizzare un contraccettivo non ormonale. L’aspetto più importante risiede nel fatto che tale farmaco sarebbe reversibile […] e non si ostacolerebbero le prime e fondamentali fasi di produzione dello sperma, oltre che la capacità complessiva di produrre spermatozoi.