Le piante fiorite colorano e rendono vivaci davanzali, terrazzi e balconi, ma quali scegliere per goderne in tutte le stagioni  e non ricadere sulle solite varietà? Per un angolo verde sempre fiorito il segreto è quello di accostare piante da fiore in base al loro periodo di fioritura ed alternare perenni e stagionali, così da poter dare a, seconda delle stagioni, nova linfa al balcone, ma senza che questo resti mai spoglio.

Le piante da fiore perenni sono quelle che non devono essere riseminate o trapiantate ogni anno, ma vivono, a seconda della specie e delle cure fornite, anche diversi anni. Fra queste: azalee, begonie, calle, ciclamini, gardenie, garofanini, gerbere, giacinti, lantane e verbena.

Le piante fiorite stagionali o annuali sono invece quelle che terminata la fioritura e la stagione ad esse favorevole andranno a morire. Tra le stagionali più diffuse: pratoline, viole, primule e dalie.

Per quanto riguarda poi l’alternanza delle fioriture, primule, violette, azalee, muscari, crocus, narcisi e giacinti sono i fiori che annunciano l’arrivo della primavera. Primi a fiorire, terranno compagnia fino all’arrivo del caldo intenso. Gerani, lavanda, ortensie, girasoli, gelsomini, petunie e surfinie sono invece tutte piante in grado di mantenere rigogliose fioriture anche durante la calura estiva, alcune delle quali, fungendo anche da potenti antizanzare. Ciclamini, crisantemi, ellebori, viole del pensiero ed eriche ravviveranno invece i balconi nei mesi autunnali e invernali.

Un altro fattore fondamentale per garantire fioriture abbondanti e generose è l’esposizione. A seconda della quantità di ore di sole ed ombra disponibili, dovremo infatti orientare la scelta delle nostre piante fiorite su di una specie piuttosto che un’altra. Esistono infatti piante che necessitano di pieno sole per gran parte della giornata e altre che invece proprio non lo tollerano.

Per balconi e terrazzi esposti a sud (pieno sole): Adatte a sopportare numerose ore di luce solare diretta sono le bouganville, i gerani, lobelie, lavanda, lantana, bidens, margherita africane (Osteospermum o Dimorphoteca), petunia, portulaca, surfinia, verbena e zinnie.

Per balconi e terrazzi a mezz’ombra: particolarmente adatte alla mezz’ombra sono la begonia, la thunbergia alata, fucsia, lobelie e margheritine di montagna.

Per balconi e terrazzi in ombra: necessitano di pochissimo sole le ortensie, il nasturzio nano, impatiens, bacopa cordata e mughetti. L’esposizione a nord è certamente la più problematica da gestire, ma con le giuste piante è comunque possibile avere balconi all’ombra, ma coloratissimi.

Anche se non possiamo prescindere dalle esigenze dettate dall’esposizione del terrazzo, un altro criterio di acquisto potrebbe essere l’uniformità cromatica: se si desidera ottenere un effetto rilassante e distensivo ci si orienterà su fiori dalla gradazioni più tenui, dal bianco al rosa e dal lilla all’azzurro. Si potranno quindi accostare azalee bianche o rosa antico, muscari, anemoni, glicine, margherite, lavanda, gelsomino, ortensie, giacinti, begonie dalle tinte delicate e magari, perché no, ritagliare un angolino per le romantiche aromatiche. Per un balcone o un terrazzo in cui invece, per esempio, si organizzano spesso cene con gli amici, si potrà osare un po’ di più, optando per piante con fiori dai colori sgargianti, come bouganville, ibiscus, fucsia, narcisi, zinnie, girasole, gerani, petunie, surfinie, ecc.

Se poi si desidera coprire qualche muro (magari non proprio perfetto) con una cascata di colore, le piante da balcone rampicanti sono quel che fanno il caso nostro. Tra queste i profumatissimi glicine e gelsomino, ma anche bouganville, clematis e la stupefacente passiflora.

Concludiamo dunque con la regola d’oro per un balcone sempre fiorito e rigoglioso: “ad ogni esigenza la pianta giusta”. Solo così vi garantirete un angolino verde generoso di fioriture in ogni stagione.