E’ possibile godere di un balcone fiorito durante tutto l’anno, ma per ottenere generose fioriture estive è necessario mettersi al lavoro già in primavera. Esistono innumerevoli piante in grado di trasformare il balcone di casa in un mare di fiori, ma esattamente come per i mesi freddi, bisogna fare attenzione alla scelta della piante. Queste dovranno infatti essere resistenti al sole e alle alte temperature, poiché non tutte le specie sopravvivono quotidianamente esposte  ai raggi solari, soprattutto quelli estivi.

Tra le piante da balcone più resistenti alla calura estiva troviamo quelle mediterranee, come il Mirto e la Lantana, ma anche Ibischi, Lavanda, Gerbere e Gelsomini.

Ecco allora una carrellata delle migliori piante estive da balcone:

Mirto: pianta aromatica tipica della macchia mediterranea, è amante  del caldo e del sole. I suoi fiori, di colore bianco e intensamente profumati, sbocciano tra maggio e luglio. La loro leggerezza, il colore candido che spicca fra il fogliame verde scuro e brillante e i loro vistosi stami dorati fanno del mirto in fiore un arbusto estremamente ornamentale.

Lantana: molto semplice da coltivare sia in vaso che nel giardino, questa perenne crea cespugli fioritissimi e multicolor dalla primavera all’autunno. Per avere una lantana fiorita e in salute è necessario posizionarla in una zona del balcone ben soleggiata e luminosa, inoltre la pianta costituisce un potente anti-zanzare naturale: basta strofinare leggermente le foglie per farle emettere un odore molto fastidioso per le zanzare.

Hibiscus: dalla primavera inoltrata fino all’autunno, produce grandi fiori solitari, a forma di campana, di colore vario, nei toni del rosa, del bianco e del viola, con gola in colore contrastante. L’ibisco ama la luce ed il caldo, predilige quindi posizioni molto luminose, essere esposto direttamente ai raggi solari e le estati molto calde e lunghe. Nonostante ciò, in vaso, può abbellire anche balconi del centro-nord Italia, purché questi siano esposti a sud e che quando la temperatura scende al di sotto dei 13°C, la pianta venga portata dentro casa.

Lavanda: se baciata dal sole e collocata in un luogo molto luminoso, per tutta l’estate la lavanda regalerà un meraviglioso cespuglio dal caratteristico profumo. Potente ant-zanzare, è anche molto semplice da coltivare.

Gerbere: la gerbera è una vera e propria esplosione di colore. I fiori ricordano grosse margherite e nel massimo della fioritura riempiono i contenitori di tonalità solari. Va posta in luoghi molto luminosi, ma non al sole diretto. Nella maggior parte delle specie, la fioritura va da inizio primavera fino all’autunno inoltrato.

Gelsomino: ama posizioni soleggiate ed è perfetto per creare un separè fiorito. Il suo profumo inebriante avvolgerà completamente il balcone. Regala fioriture generose e prolungate, che vanno dalla primavera fino all’inizio dell’autunno, inoltre è tra le piante antizanzare più efficaci.

Ortensia: fiorirà per tutta l’estate decorando il balcone con palle di fiori color  bianco, rosa, viola azzurro e lilla; molto dipende dalla tipologia di pianta, ma molto anche dal tipo di terreno. L’ortensia è però adatta a decorare quei balconi poco soleggiati: deve essere posta in un luogo luminoso, ma non in pieno sole, ne soffrirebbe molto.

Girasole: è il fiore simbolo dell’estate e cresce bene anche in vaso: necessita di una posizione ben soleggiate e di annaffiature regolari, resiste tuttavia anche a brevi periodi di siccità.

Nasturzio: ama il sole, ma i raggi diretti estivi possono farlo un po’ appassire. Posizionato a mezz’ombra l’unica cura che richiede è un’annaffiatura regolare. Regalerà bellissimi fiori profumati nelle tonalità giallo/rosse. I nasturzi sono inoltre ottimi da consumare freschi in insalata o come accompagnamento di piatti estivi.

Petunie e Surfinie: uniche vere antagoniste dei Gerani, in cassetta sul davanzale garantiscono da maggio a settembre fioriture spettacolari: necessitano di pieno sole e molta luce, ma per far durare la fioritura più a lungo si possono ombreggiare (ad esempio abbassando il tendone del terrazzo) dalle undici alle tre del pomeriggio.

Gerani: difficile, infine, pensare ad un balcone senza gerani. Le piante si acquistano generalmente tra aprile e maggio, già in fiore; vanno quindi trasferite in contenitori più grandi oppure in ciotole profonde. Hanno bisogno di pieno sole, ma è normale verso metà luglio, quando le temperature iniziano a farsi torride, assistere a un periodo di stasi, con una ripresa della fioritura dopo la metà di agosto quando il clima si rinfresca.