Le cosiddette “piante da balcone” sono specie adatte ad essere coltivate in vaso, in aree esterne e la cui crescita sia consona a spazi spesso esigui. Teoricamente la scelta potrebbe davvero essere molto ampia, nella pratica, però, vanno scelte le piante che meglio si adattano  alle condizioni di esposizione e temperatura del nostro terrazzo. Uno spazio esterno esposto a nord richiede infatti  piante che amano le posizioni ombreggiate, mentre un’esposizione  a sud necessita di piante da pieno sole, resistenti alla siccità.

Tra le più diffuse piante da balcone è possibile trovare sempreverdi, specie rampicanti, arbusti, piante da fiore e varietà erbacee. Tra le più semplici da coltivare vanno certamente annoverate le sempreverdi e le perenni, che richiedono poche cure e non necessitano di un rinvaso annuale. Il segreto di un balcone dall’aspetto sempre rigoglioso e curato potrebbe inoltre essere legato all’utilizzo di queste piante, da alternare a piante da fiore. In tal modo, da marzo a novembre sarà un’esplosione di colori, ma i nostri angoli verdi appariranno vispi e floridi anche nei mesi più freddi.

Sempreverdi

Tra le specie sempreverdi adatte al terrazzo si ricordano:

Rodiola: erba perenne propria dei climi freddi dell’emisfero borea. Si presentano come piccoli cespugli (alti da 5 a 35 cm) con foglie che tendono al verdazzurro e fiori di colore giallo, arancione o rosso e dal profumo gradevole.

Lavanda: arbusto sempreverde la cui sommità è provvista di foglie color verde cinerini e profumatissimi fiori raggruppati in sottili spighe di un colore blu-violetto.

Pervinca: piante sempreverdi, erbacee o arbustive, a portamento strisciante o eretto, che formano delicati fiori che sbocciano ininterrottamente dalla primavera all’autunno, a seconda della specie.

Lewisia: pianta sempreverde originaria delle zone montagnose degli Stati Uniti. I fiori sbocciano in primavera: piccoli ma molto belli, presentano sfumature di rosa, rosso e arancione.

Rampicanti

Per un maggiore effetto decorativo si possono utilizzare anche piante rampicanti. Queste necessitano di sostegni, ma permettono di creare aree schermate dal sole e protette dagli sguardi indiscreti. Tra i rampicanti sempreverdi da balcone si ricordano:

Clematis: i fusti sottili producono viticci con cui si attaccano a muri, pergole o graticci. Il fogliame è di colore verde scuro, mentre i fiori, molto grandi, vanno dal rosa, al blu fino al viola, esistono tuttavia specie a fiore giallo e bianco.

Gelsomino: sempreverde che produce piccoli e profumatissimi fiori di colore di colore bianco. Molto scenografica, la fioritura può andare da giugno a settembre.

Bounganville: semi sempreverde, presenta foglie ovali di colore verde brillante. Tra le più belle piante rampicanti, regala fiori rosa fucsia. Resiste bene a climi caldi e torridi, ma teme le gelate invernali.

Glicine: pianta rampicante molto usata come specie ornamentale per la vistosa e profumata fioritura primaverile. Grazie al rapido sviluppo, donerà in breve tempo un angolino romantico.

Arbustive

Oleandro: arbusto sempreverde (dalle foglie velenose), produce vistosi fiori di colore roseo o bianco. E’ adatto al pieno sole.

 Ortensia: arbusto perenne che si spoglia in inverno e riprende a vegetare in primavera, ai primi di marzo. Regala importanti fioriture durante l’estate. I colori variano dal bianco al rosa, dal rosso all’azzurro. Adatto alla mezz’ombra o ombra.

Ibisco: genere che comprende circa 300 specie tra piccoli alberi, arbusti e piante erbacee annuali o perenni. Nel nostro paese, l’ibisco per antonomasia è l’Hibiscus syriacus, arbusto a foglie caduche che fiorisce da luglio ad ottobre.

Piante da fiore

Gigli grandiflora: tra le specie a ricca fioritura, si adattano bene tra arbusti e piante perenni fiorendo tra giugno e agosto.

Begonie: in genere piante  perenni e molto colorate, possono avere portamento eretto o ricadente. Preferiscono il mezzo sole nelle zone troppo calde.

Primule e violette: note per i loro fiori dai colori vivaci, sono tra i primissimi fiori ad annunciare l’arrivo della bella stagione. In vaso, vanno posizionate lontano da correnti di aria e dai raggi diretti del sole. Sono piante da mezz’ombra e amano le temperature fresche. Durante l’inverno si possono proteggere dalle gelate con uno strato di paglia.

Dalia: le dalie regalano splendidi accenti di colore al terrazzo, con una fioritura che inizia in estate e persiste fino ai primi geli. La posizione ideale è soleggiata, riparata dai venti forti che romperebbero i lunghi, ma fragili, steli.

Nasturzio: pianta annuale facile da coltivare. Ama il mezzo sole e regala fiori profumati nelle tonalità del crema, giallo, arancione e rosso. Essendo commestibili, i suoi fiori si possono anche utilizzare per decorare i piatti.

Geranio: un vero classico che colorerà il balcone per tutta l’estate. Facile da coltivare, anche nella versione ricadente dei parigini, regala un’incredibile quantità di fiori.