Con l’arrivo della bella stagione i balconi sono nel pieno del loro splendore, un tripudio di fiori e colori, esistono tuttavia piante da balcone invernali che se ben accostate sono in grado di non far rimpiangere la primavera nemmeno nei mesi più freddi. Le fioriture invernali vi sorprenderanno soprattutto nelle regioni più miti, ma vi sono specie in grado di fiorire anche con temperature bassissime. Il trucco sta tutto nella scelta delle piante giuste.

Ecco allora un elenco di piante con cui decorare il balcone nella stagione fredda:

Ciclamini: perfetti per l’inverno, sono facili da mantenere e coltivare. Vi regaleranno moltissimi fiori rosa, bianchi e rossi.

Erica invernale: nella varietà “Lusitanica” resiste bene al gelo e produce nei mesi di gennaio e febbraio dei fiori bianco-rosati leggermente profumati.

Crisantemi: al genere chrysantemun appartengono circa dieci specie di piante perenni, la cui fioritura inizia quando le giornate iniziano ad accorciarsi, tra la fine di ottobre e i primi di novembre e si protrae per tutto il periodo invernale. È una pianta facile da coltivare e non richiede molte cure; lo si intuisce anche dal fatto che resiste bene anche alle rigide temperature invernali. I suoi coloratissimi certo rallegreranno un bellissimo balcone d’inverno.

Viola hortensis: varietà di viole molto resistente al freddo. Non teme ne le piogge ne le gelate invernali, per precauzione è bene tuttavia posizionare i vasi nell’angolo più riparato del balcone, soprattutto nelle regioni più fredde. Per tutto l’inverno vi regaleranno fiori che spaziano in un’ampia gamma di colori e che ben si prestano a fioriere dove accostare diverse varietà e specie.

Edera: per un tocco di verde, soprattutto in composizioni invernali, l’edera è quel che fa il caso nstro.

Solanum: piante ornamentali molto apprezzate per le bacche colorate che maturano durante i mesi invernali.

Skimmia: chiamata anche pepe verde, è un arbusto sempreverde di dimensioni medio-piccole. Produce foglie di color verde scuro brillante e fiori bianco-crema i cui boccioli rossastri appaiono sulla pianta già in autunno.

Hamamelide: in particolare la specie “Intermedia”,  in inverno si ammanta di grandi e splendidi fiori color rosso-rame o giallo, a seconda delle varietà.

Bergenia: originaria della Siberia, nella varietà “Crassifolia” fiorisce a partire da gennaio se non addirittura da novembre. I suoi fiori, di forma campanulata, sono di color rosa pallido e crescono riuniti in pannocchie.

Abelia: interessante sia per il colore del fogliame che vira al giallo, sia per la fioritura che si protrae per quasi tutto l’inverno, soprattutto se le temperature non scendono troppo sotto zero.

Calendula: può fiorire lungo tutto il corso dell’anno, anche in inverno, specialmente nelle regioni in cui il clima risulta meno rigido.

Cavoli ornamentali: grazie ai loro colori che spaziano dal rosa, al crema, fino al giallo e al lavanda, è possibile coltivarli in vaso per un magnifico effetto decorativo. Resistono molto bene al freddo e possono mantenere i loro colori fino alla primavera.

Gelsomino invernale: particolare varietà di gelsomino, nota come “Jasminum nudiforum” o “gelsomino giallo” i cui caratteristici fiori possono comparire anche in pieno inverno. Si tratta infatti di una pianta perenne, con doppia fioritura  in inverno e in primavera; trattandosi  però di una varietà rampicante, ha bisogno di graticci di supporto per potersi sviluppare. Ben si presta a decorare anche le pareti rivolte a Nord.

Elleboro o Rosa di Natale: l’elleboro è una pianta molto resistente. Richiede innaffiature scarse, terriccio ben drenato e posizione ombreggiata durante la bella stagione. Per via della sua fioritura invernale, l’elleboro è conosciuto anche come Rosa di Natale o Christmas flower. Grazie agli incroci, possiamo oggi acquistare ellebori in una vastissima gamma di colori che vanno dal bianco puro al rosa, al rosso, al marrone intensissimo fino al giallo.

Senecio (Cineraria Maritima o Senecio Maritimus): può essere utilizzato sul balcone durante tutto l’anno, ma è durante l’inverno che la luce bassa rende il suo fogliame grigio ancora più ornamentale, molto utile per il contrasto con altri fogliami o fioriture.

Con l’arrivo dell’autunno, oltre a progettare il balcone invernale, ricordiamo inoltre di piantare i bulbi dei fiori che sbocciano già verso la fine dell’inverno come crocus, narcisi e tulipani. Il terreno va infatti lavorato prima che geli e diventi quasi impossibile da smuovere.