Sono dette piante sempreverdi tutte quelle che, anche durante la stagione fredda, non perdono le proprie foglie, costituendo così gli esemplari perfetti da ospitare in appartamento. Il loro valore ornamentale resterà infatti invariato durante tutto l’anno, ma si tratta anche di piante particolarmente resistenti, che non richiedono cure particolari ed in grado di adattarsi praticamente ad ogni tipo di ambiente.

Ecco dunque le piante da appartamento sempreverdi più diffuse ed apprezzate:

Ficus Benjamina: in assoluto tra le piante più diffuse in appartamento. Ama ambienti luminosi e un buon ricircolo d’aria. Ha fusti con corteccia grigio-beige, rami sottili e foglie di un ben verde intenso, o variegate, che creano una chioma folta e molto ornamentale. In primavera è anche possibile trasferirlo all’aperto, in giardino o sul balcone, in posizione ombreggiata.

Ficus Pumila: noto come Fico rampicante, è un piccolo arbusto rampicante, sempreverde, originario dell’Asia tropicale. Ha portamento prostrato e piccole foglie cuoriformi di colore verde brillante o variegata di bianco. Predilige un clima umido e luminoso, con temperature mai inferiori ai 15 gradi. In estate si può spostare all’esterno, in posizione semi ombreggiata.

Ficus Elastica: pianta arborea originaria delle zone umide tropicali, con grandi foglie ovali verde scuro o screziate di giallo. Ama posizioni luminose, ma non la luce solare diretta; annaffiature regolari e un buon tasso di umidità.

Schefflera: pianta originaria dell’Asia e delle zone tropicali dell’Australia, molto apprezzata per il fogliame decorativo. Preferisce posizioni luminose, rigorosamente riparata dai raggi diretti del sole, ma ben si adatta anche all’ombra. Teme correnti d’aria fredda e temperature al disotto dei 12 gradi.

Dracena: una delle specie più diffuse in appartamento, per la bellezza delle sue fronde, ma anche per la sua longevità e semplicità di coltivazione. Le dracena hanno il pregio di adattarsi anche alle condizioni più estreme, tuttavia non disdegnano una buona illuminazione diffusa e temperature minime non inferiori ai 10-12°C.

Lucky Bamboo (Dracaena braunii): pianta d’appartamento molto popolare e dalle spiccate capacità di adattamento alle più svariate condizioni. Anche se cresce meglio in un terreno, spesso viene coltivata con le radici immerse in acqua. Questa deve essere completamente cambiata ogni due settimane ed essere “morbida” (quindi senza calcare) e con molto poco fluoro.

Potos: pianta molto resistente, che ben si adatta a qualsiasi ambiente. Molto diffuso negli appartamenti, è di facile coltivazione e presenta un fogliame estremamente ornamentale. Può essere usato come pianta ricadente o lasciato arrampicare attorno a tutori muschiati. Può crescere bene anche con poca luce, ma mal sopporta i ristagni idrici. In estate può essere anche trasferito all’esterno, in posizione ombreggiata.

Zamioculcas (Zamioculcas zamiifolia): originaria dell’Africa tropicale, questa bellissima pianta d’appartamento si adatta a qualunque ambiente. Apprezzata per la sua bellezza ed eleganza, presenta foglie carnose, lanceolate, di un bel colore verde intenso e molto lucide. Preferisce posizioni molto luminose, ma preferibilmente lontane dai raggi diretti del sole. In primavera può anche essere trasferita all’aperto, in un luogo semiombreggiato.

Aloe: perenne succulenta, con fusto corto e foglie spesse e carnose. Necessita di irrigazione solo una volta o due volte al mese e non gradisce la presenza di sottovasi, che potrebbero causare ristagni idrici.

Kenzia (Howea forsteriana): una delle palme più comunemente coltivate in casa per la sua robustezza e per le elevate dimensioni che può raggiungere. E’ una sempreverde originaria dell’Australia e dell’Oceano, caratterizzata da crescita lenta, portamento elegante ed elevata resistenza a scarsa luminosità.

Sanseveria (o lingua di suocera): succulenta sempreverde, originaria di Asia e Africa. Richiede poche cure e si sviluppa bene sia in penombra, sia in condizioni di alta luminosità. Non ama tuttavia i ristagni idrici.

Dieffenbachia: genere che comprende circa 30 specie di erbacee perenni sempreverdi, con foglie variegate e molto ornamentali. Originaria dei paesi tropicali dell’America centrale e meridionale, è apprezzata per la sua bellezza ed eleganza, oltre che per la semplicità di coltivazione. Ama tuttavia il caldo e teme in modo particolare le correnti di aria fredda.

Pachira: anche conosciuta come “Pianta dei soldi”, è una ornamentale di facile coltivazione (basta innaffiarla una volta a settimana) e molto bella da vedere, con un particolarissimo tronco intrecciato.

Edera (Hedera helix): sempreverde in grado di adattarsi a ogni tipo di terreno, senza particolari esigenze in fatto di luce e che ben si adatta alla coltivazione in vaso.