Per vivacizzare gli ambienti domestici, le piante da appartamento molto resistenti sono perfette anche per i principianti. Si tratta infatti di piante a bassa manutenzione, con poche esigenze e che possono vivere a lungo. Scegliere tra questo nutrito gruppo di esemplari semplifica molto la gestione del verde domestico, permettendo di godere dei suoi influssi positivi sull’ambiente e del suo alto valore ornamentale, pur quasi dimenticandoci della sua manutenzione. Ciò si traduce in risparmio di tempo e di fatica; vantaggio tutt’altro che trascurabile.

Ecco dunque le piante in grado di resistere sia al peggiore dei pollici neri, che al proprietario più sbadato:

Sansevieria: niente di più facile del tenere in vita! Conosciuta anche come “pianta del serpente” o “lingua della suocera”, ha foglie variegate che crescono in direzione verticale, conferendole una bellezza ed eleganza rare.

Pothos: in assoluto tra le piante da interno più diffuse e più facili da coltivare. Ha gambi forti e sta bene sia nel classico vaso, che in un cesto appeso, o come rampicante. Non chiede altro che luce e un po’ di acqua ogni 10/15 giorni. In cambio purificherà l’aria di casa dalle numerose tossine presenti, tra cui la temuta formaldeide. Cresce inoltre velocemente e produce foglie in abbondanza, adornando la zona che lo accoglie.

Chlorophytum  o Pianta ragno: bello, di facile coltivazione e quasi impossibile da uccidere. E’ una pianta davvero resistente, che con il suo aspetto insolito è in grado di aggiungere non poco interesse visivo alla stanza.

Hedera helix: in assoluto una delle piante più resistenti e rustiche, ma dotata di un’eleganza senza tempo. Si tratta di un sempreverde di facile coltivazione: si adatta ad ogni tipo di terreno, resiste a periodi di siccità, non ha particolari esigenze in fatto di luce e può essere coltivata senza problemi in vaso. Molto utile è inoltre sua capacità di depurare l’ambiente, soprattutto dalla formaldeide.

Spatifillo: estremamente facile da coltivare e di un’eleganza inconfondibile, con l’aggraziata curvatura delle foglie e i fiori bianchi che si alzano tra lo scuro del fogliame.

Zamioculcas:  pianta dalle poche esigenze, ma dall’aspetto insolito e moderno. Ha foglie spesse e carnose, che brillano come fossero appena state trattate con lucidante fogliare.

Crassula ovata: succulenta di facile coltivazione, offre foglie verdi e rami visivamente interessanti. Cresce lentamente e ha il potenziale di vivere molti anni.

Aloe Vera: una delle piante più resistenti al mondo. E’ una perenne succulenta, con fusto corto e foglie spesse e carnose, abili a immagazzinare l’acqua (da somministrare infatti solo una volta o due volte al mese). E’ inoltre molto apprezzata per le numerosissime proprietà benefiche.

Ficus: elegante alberello da interno con foglie lucide; tra le più diffuse piante da appartamento. Non richiede grande impegno, ammesso che non le manchi luce, acqua e aria ben ossigenata. In primavera è poi possibile scegliere se tenere il Ficus in casa, oppure trasferirlo all’aperto, in posizione ombreggiata.