Una pillola per perdere peso: descritta in questa maniera può sembrare una delle classiche bufale che vengono proposte giornalmente, ma a questa volta non sarebbe così. Inventata dagli scienziati del Salk Institute di La Jolla, in California, questa sarebbe in grado di far perdere i chili di troppo semplicemente ingannando il proprio corpo andando ad attivare nel proprio organismo i vari processi digestivi attraverso dei “pasti immaginari”, convincendolo a bruciare grassi.

Questo avviene grazie alla fexaramina che a sua volta va ad attivare il recettore X farnesoide (FXR), una proteina in grado si stimolare la produzione degli acidi biliari da parte del fegato andando a ridurre i livelli di colesterolo e zuccheri presenti nel sangue, intervenendo appunto sui vari processi di digestione e l’immagazzinamento delle riserve di energia. Questo permetterà quindi di bruciare le calorie anche in assenza di cibo. “Questa pillola è come un pasto immaginario” ha ribadito il direttore del laboratorio di espressione genica del Salk Institute Ronald Evans, continuando “Manda gli stessi segnali scatenati solitamente quando si ingeriscono grandi quantità di cibo e questo induce l’attivazione dei meccanismi metabolici per eliminare un po’ di grasso per far posto al nuovo cibo in arrivo.” Ma assicura “Non c’è nessun cambiamento dell’appetito”.

Per il momento lo studio sarebbe stato condotto solamente su un gruppo di roditori obesi: a questi è stata somministrata la pillola una volta al giorno per cinque settimane con risultati definiti del tutto promettenti. Da questo esperimento è stata evidenziata un’accelerazione del metabolismo per cui dei depositi di grasso bianco sono stati convertiti un una forma più scura, sana, ed in grado di bruciare energia. Nel caso in cui la pillola risultasse realmente efficace anche per l’uomo – gli stessi ricercatori promettono nuovi studi a breve – potrebbe aprire una nuova porta per il trattamento anche negli individui affetti da obesità e i disturbi metabolici.

photocredit: Pixabay