La  pancreatite è una patologia, molto rara, dato che colpisce una persona su circa duecento mila, e riguarda l’infiammazione del pancreas, infiammazione che purtroppo può avere delle conseguenze negative se non curata tempestivamente.

Essendo molto rara, è difficile stabilire le cause di questa malattia, ma molto spesso risalgono a: abuso d’alcol e la presenza di calcoli alle colecisti.

I calcoli alle colecisti, ostruiscono in maniera totale le doti biliari che conducono al pancreas, favorendo così di fatto l’infiammazione e la manifestazione della patologia in maniera quasi del tutto inevitabile.

I sintomi più evidenti di questa patologia risultano essere un fortissimo gonfiore, con tanto di dolore, nella parte superiore dell’addome. Si tratta di un dolore costante che colpisce soprattutto nelle ore notturne e potrebbe anche intaccare altre zone, in particolar modo la schiena con sensazioni di bruciore acuto.

Anche l’aspetto del paziente è sintomatico e ne risente di questa malattia: il volto appare molto sciupato, visibilmente provato.

Infine, nausee e vomito frequenti, con tanto di mal di testa ed accelerazioni del battito cardiaco sono tutti sintomi tipici della pancreatite, che per esser curata necessita di analisi del sangue e radiografie, con conseguente terapia a base di antibiotici anti infiammatori. Altra cosa molto importante, nella cura di tale patologia, è la tempestività.

photo credit: kpwerker via photopin cc